TABLETquotidiano

L'informazione on line

TRIESTE: SEQUESTRATI DALLA POLIZIA DI FRONTIERA TRE CUCCIOLI

Si trovavano all’interno del bagagliaio di un’auto bulgara che era stata respinta alla frontiera con la Slovenia

Anche in tempo di coronavirus e non si capisce come, il traffico di cuccioli non si ferma. Tre cuccioli di Spitz con chip illeggibili e passaporti falsi, sono stati sequestrati ieri sera in entrata dal valico di Fernetti dalla Polizia di Frontiera di Trieste. Erano stati sistemati, tra borse e scatole, all’interno del bagagliaio di un’autovettura con targa bulgara respinta alla frontiera dalle autorità slovene e quindi rientrata in Italia. Visitati dal veterinario di turno dell’Azienda Sanitaria Locale, l’età effettiva dei piccoli Spitz è risultata essere diversa da quella indicata sui loro passaporti: circa quattro mesi e non due anni come falsamente indicato. I cuccioli di Spitz sono stati quindi affidati alle cure del canile comunale di Trieste.
Il conducente dell’autovettura, un cittadino bulgaro, di 29 anni, è stato sanzionato per introduzione illecita di animali da compagnia e il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo e affidato in custodia giudiziale a una ditta autorizzata.