TABLETquotidiano

L'informazione on line

TRIESTE: GDF SCOPRE TRUFFA PER SUPERARE ESAME DI GUIDA, 7 DENUNCE

Un efficace sistema fraudolento preordinato all’agevole superamento dell’esame per il conseguimento della patente di guida senza dover ricorrere ad impegnative ore di studio, è stato scoperto dalla Guardia di Finanza che ha sviluppato le indagini nei confronti di sette soggetti responsabili delle condotte illecite, protratte per alcuni mesi.

Le attività investigative, in particolare, hanno tratto origine da elementi di sospetto individuati inizialmente da alcuni addetti della Motorizzazione Civile, tali da indurre i medesimi a maturare il convincimento circa la sussistenza di evidenti indici di anomalia, sostanzialmente fondati sull’eccessiva facilità con la quale venivano sostenuti positivamente gli esami teorici di guida da parte di alcuni cittadini di origine extracomunitaria, apparentemente senza palesare alcuna difficoltà nell’esecuzione delle prove previste.

E’ stato, pertanto, richiesto l’intervento degli investigatori della Guardia di Finanza di Trieste i quali, celandosi tra gli esaminandi, hanno tenuto per qualche tempo sotto stretta osservazione i candidati sospettati di avvalersi di mezzi o tecniche non consentite; in tal modo è emerso che uno dei candidati, il quale aveva appena concluso l’esame, superandolo senza errori, in realtà aveva occultato sotto le cuffiette – la cui utilizzazione è consentita esclusivamente per i cittadini stranieri, allo scopo di garantire la traduzione delle domande di esame – un auricolare collegato ad un telefono cellulare, quest’ultimo nascosto all’altezza della scapola e fissato al corpo con il nastro adesivo.

Tale dispositivo telefonico è stato immediatamente sottoposto a sequestro dai militari della Guardia di Finanza, mentre le successive tempestive indagini, sviluppate sotto la direzione del Sostituto Procuratore della Repubblica – Dott. Pietro Montrone, hanno consentito di individuare un vero e proprio network di altri soggetti, tutti di origine extracomunitaria che, attraverso il telefono rinvenuto, assicuravano la comunicazione delle risposte esatte al loro concittadino esaminando il quale, di conseguenza, veniva messo nelle migliori condizioni per l’agevole superamento dell’esame in corso.