TABLETquotidiano

L'informazione on line

TRIESTE: DROGA IN CITTÀ, ARRESTATI 6 CITTADINI STRANIERI

L’operazione condotta dalla Procura della Repubblica di Trieste ha portato, nei giorni scorsi all’arresto di 6 cittadini stranieri.

È l’esito di un’articolata indagine diretta dal Sostituto Procuratore Federico Frezza e condotta dagli agenti della “Sezione Criminalità diffusa, extracomunitaria e prostituzione” della Squadra Mobile di Trieste.

Gli indagati, di diverse nazionalità (Iraq, Afghanistan, Algeria, Palestina, Senegal e Nigeria), si sono resi responsabili dei reati di cessione e/o detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in questo capoluogo.

L’indagine ha riguardato le principali piazze cittadine tra le quali Largo Barriera, Piazza San Giovanni, Piazza Goldoni e Piazza Libertà, nonché l’area adiacente alla fatiscente struttura denominata Silos, all’interno della quale, nonostante i numerosi arresti succedutisi nel tempo, uno degli arrestati è stato più volte trovato in possesso di dosi di hashish destinate allo spaccio.

Sono stati, infatti, monitorati i principali luoghi di aggregazione dove è maggiore l’afflusso di giovani.

Gli indagati non avevano una zona fissa loro assegnata per lo spaccio, ma erano soliti spostarsi in base alle esigenze dei clienti ed all’orario; ognuno agiva prevalentemente per conto proprio, portando con se le dosi necessarie e sufficienti a soddisfare le singole richieste degli assuntori.

I servizi su strada hanno permesso agli agenti in borghese di accertare come i clienti, tra i quali anche un minorenne, si recavano nelle menzionate piazze, ove incontravano il pusher che gli avrebbe consegnato la “roba”.

In occasione delle perquisizioni effettuate sono stati sequestrati circa 20 grammi di marijuana ed un passaporto italiano provento di furto nella disponibilità di uno degli indagati.

Dopo gli atti di rito tre dei soggetti indagati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari; proseguono le investigazioni dirette dalla Procura della Repubblica di Trieste.