TABLETquotidiano

L'informazione on line

TRIESTE: 97° GIRO D’ITALIA, PRESENTAZIONE EVENTI (video)

Il Giro d’Italia di ciclismo si concluderà quest’anno, per la terza volta nella sua storia, a Trieste. Dopo le edizioni del 1966 e 1973, il prossimo primo giugno, la città giuliana con la sua provincia sarà attraversata dalla tappa finale del 97° Giro, che avrà inizio a Gemona del Friuli.

Il programma degli appuntamenti, che saranno organizzati in tale occasione, è stato illustrato oggi, alla presenza dell’assessore regionale allo sport Gianni Torrenti, al municipio di Trieste.

Sarà l’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale delle Frecce Tricolori l’evento principale dell’arrivo a Trieste della
manifestazione sportiva, alla quale parteciperanno 22 squadre di nove corridori in rappresentanza di oltre 30 Stati. Quando i corridori, dopo aver attraversato il Friuli arriveranno a Monfalcone, daranno la partenza ai velivoli con sede a Rivolto, che presenteranno uno spettacolo ridotto nel cielo del golfo.

Ai visitatori (si prevedono 100 mila presenze) saranno proposte anche altre iniziative collaterali: il 31 maggio l’apertura straordinaria serale degli esercizi commerciali (“La notte bianca si tinge di rosa”); lo spettacolo “Trieste plays pink-Trieste suona in rosa” con l’esibizione dei gruppi musicali locali; la mostra e una pedalata aperta a tutti per ricordare il centenario della nascita di Giordano Cottur; la rassegna fotografica su Fausto Coppi.

In concomitanza dell’evento sportivo sarà inoltre esposta in città, nel punto Enel nel palazzo del Tergesteo, una bicicletta di Coppi e si svolgeranno tavole rotonde e presentazioni di libri. Diverse saranno le iniziative che vedranno il coinvolgimento delle biblioteche comunali e molto interesse richiamerà la risalita dei 501 gradini in bike trail della Grotta Gigante. La tappa conclusiva del Giro sarà vivacizzata anche dal passaggio delle biciclette storiche dei bersaglieri, che sfileranno all’arrivo davanti piazza Unità d’Italia.

A margine della presentazione l’assessore Torrenti ha ricordato come, mentre la tappa dello Zoncolan dovrebbe determinare la classifica del Giro, quella finale è solitamente la più seguita. Il collegamento diretto di 170 televisioni da tutto il mondo offrirà una visibilità che non ha pari. Un evento unico, è stato sottolineato, che permetterà alla città di mostrare le proprie capacità organizzative e d’ospitalità.

L’arrivo del Giro a Trieste si svolgerà in occasione del 60° anniversario del secondo congiungimento della città all’Italia e sarà caratterizzato da un circuito cittadino molto veloce e spettacolare.

Sono intervenuti alla conferenza stampa, tra gli altri, il sindaco e l’assessore comunale di Trieste, Roberto Cosolini e Edi Kraus, il presidente del Comitato Città di Tappa Enzo Cainero, il comandante delle Frecce Tricolori Jan Slangen, il vicepresidente della Provincia Igro Dolenc e il questore Giuseppe Padulano.