TABLETquotidiano

L'informazione on line

“TRAGICO: FINCANTIERI APPALTATA”, intervento di Walter Sepuca

Segretario Lega Nord provincia Gorizia

Fincantieri, prima Crda, prima ancora Cosulich, la più grande impresa cantieristica, resa tale da lavoratori isontini, cancella il suo passato, presente e futuro.
Una realtà che si è fatta strada ed è divenuta leader grazie alla professionalità monfalconese ed Isontina, ad ogni varo vedevi i lavoratori orgogliosi del risultato ottenuto perché tutto questo avrebbe solcato i mari e fatto conoscere al mondo cosa sanno fare i monfalconesi.
Questo ora è un bel ricordo grazie alle scellerate scelte politiche sul lavoro della Direzione di Fincantieri.
In cambio di questi strepitosi risultati, i lavoratori ora in pensione se vivi hanno avuto un grazie come l’asbesto, una pensione ed il tfr.
Gli attuali cantierini invece vengono trattati come lavoratori di serie B. Si, poiché a Panzano si fa la cassa integrazione, le turnazioni 6×6, si creano esodi, si crea da parte della Direzione terrorismo psicologico, mentre si aumentano gli appalti e subappalti.
Attualmente mi risulta che nel cantiere ci sono 1500 dipendenti circa, mentre 3500 occupati da ditte esterne, principalmente provenienti da paesi dell’est.
Il tutto mentre dobbiamo fare i conti con 14000 disoccupati in zona, tra i quali molte professionalità cantieristiche.
Capisco che Fincantieri da la colpa al costo del lavoro e dev’essere concorrenziale in ambito mondiale nell’assegnazione delle commesse, ma questo problema direi che non può risolverlo sulle spalle dei lavoratori isontini. Lo risolva con il Governo Renzi, con la sua scellerata politica sul lavoro,tassazione. Lo risolva con la Serrachiani, braccio destro del Capo del Governo ma non con il sangue dei lavoratori e delle famiglie monfalconesi.
Inoltre, Fincantieri quale disegno ha in mente? Sta portando a Monfalcone lavoratori dei cantieri di Castellamare, Ancona e lascia a casa quelli di Monfalcone. Non vorrei che alla fine di questa giostra salva i dipendenti di altri cantieri alle spalle dei cantierini monfalconesi.

E poi gli appalti cosa portano? Maggior immigrazione dall’Est e S/E asiatico, niente ricavi economici ma soldi che se ne vanno in altri paesi, creano problemi sociali, degrado, insicurezza dei cittadini, danni quindi anche a quel poco di commercio e vivibilità ancora esistenti a Monfalcone. Se poi i disoccupati arrivano da queste parti, ecco anche aumento di furti, rapine ecc.ecc. Chi paga, non Fincantieri ma Monfalcone.

Per concludere, chi deve salvaguardare i cittadini monfalconesi? La Sindaco e la sua Giunta che anziché agevolare la Fincantieri facendo sconti di euro 60000 su varie tassazioni veda li riversarli su quei 14000 disoccupati o sui disabili monfalconesi e spero che tutto il Consiglio comunale si prenda a cuore questa situazione incresciosa e viscida venutasi a creare e si risolva una volta per tutte la posizione di Fincantieri.
Fincantieri Panzano è Monfalcone o anche Monfalcone è un appalto di Fincantieri
Segretario provinciale Lega Nord
Walter Sepuca