TABLETquotidiano

L'informazione on line

TIARE VILLESSE: Ziberna (FI), su situazione Giunta colpevolmente assente

Ziberna RodolfoIl vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Rodolfo Ziberna, aveva presentato lunedì scorso alla Giunta un’interrogazione con la quale si era fatto portavoce della disperazione di una ventina di aziende e di un migliaio di dipendenti, e relative famiglie, che non sono stati ancora pagati, per oltre venti milioni di euro, per le opere realizzate al centro commerciale Tiare di Villesse d’Isonzo. Inoltre, Ziberna chiedeva di promuovere un tempestivo incontro con tutti i soggetti economici coinvolti per accertarne le responsabilità e porre in essere tutte le misure per giungere a un immediato saldo delle spettanze.

La Giunta regionale, rende noto Ziberna, a questo accorato appello ha risposto in Aula che non è mai stata coinvolta in maniera diretta nella vicenda in oggetto, che fa comunque riferimento a rapporti contrattuali tra privati, aggiungendo che, in considerazione della complessità delle situazioni che vedono coinvolte decine di imprese appaltatrici sub appaltatrici, l’Amministrazione regionale non ha potuto autonomamente avviare alcun tavolo per tentare di ricomporre la vicenda; qualora venisse coinvolta direttamente dai creditori dalla società originariamente appaltatrice dei lavori, ha dichiarato sin d’ora la disponibilità a valutare le sue possibili forme di intervento.

Ziberna definisce sconcertante questa risposta. Ha quindi ribattuto alla Giunta, ma anche alla maggioranza che la sostiene, che questa posizione è scandalosa, perché non è possibile che dica di non essere stata coinvolta. Come se non leggesse i giornali, come se avesse bisogno di una carta bollata per salvare dalla strada mille famiglie.

Ma l’apice di questa svogliatezza, incapacità di governo, disinteresse per i drammi della gente che vive fuori dai palazzi ovattati, così ancora Ziberna, è stato raggiunto dalla Giunta quando afferma che potrebbe valutare il possibile intervento se venisse coinvolta dai creditori. Non bastano le manifestazioni di piazza? Si chiede il consigliere di Forza Italia. Non bastano le dichiarazioni sui media del dramma che stanno vivendo aziende che stanno per fallire e famiglie senza stipendio?

Questa Giunta regionale – conclude Ziberna – con una presidente che preferisce frequentare i set televisivi anziché governare le situazioni di crisi, dimostra una volta di più la volontà di penalizzare Gorizia e l’Isontino, nel senso che vi sono aziende in crisi e famiglie sulla strada di serie A nel resto della regione, e quelle di serie B in provincia di Gorizia. Ciò si aggiunge alla stangata sulla sanità, alla mancanza di interventi a sostegno della disoccupazione isontina, la più alta in regione, e delle imprese che subiscono la concorrenza slovena.