TABLETquotidiano

L'informazione on line

TERRITORIO: PIZZIMENTI, ATTIVARE SPORTELLO UNICO EDILIZIA NEI COMUNI

L’assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti
“La Regione punta a favorire l’attivazione in tutti i Comuni del Friuli Venezia Giulia dello Sportello unico per l’edilizia, quale strumento per accelerare le procedure burocratiche e semplificare l’accesso dei cittadini agli atti e alle istruttorie”.

Lo ha detto l’assessore regionale alle Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti a margine dell’audizione in IV commissione consiliare in merito al disegno di legge n. 96 “Disposizioni in materia di paesaggio, di urbanistica e di edilizia. Modifiche alle leggi regionali 5/2007, 19/2009 e 22/2009”, alla quale hanno preso parte anche i rappresentanti dei Comuni di Trieste, Monfalcone e Pordenone.

Pizzimenti ha spiegato che “con questa norma la Regione vuole favorire il processo di digitalizzazione delle pratiche edilizie mediante la realizzazione di un portale regionale che offra supporto ai soggetti competenti in ambito edilizio, ossia i Comuni, in forma singola o associata. L’istituzione di Sportelli unici per l’edilizia su scala locale persegue obiettivi di semplificazione, trasparenza e accelerazione delle procedure nell’ottica del cittadino al centro, garantendo al contempo la massima collaborazione dell’Amministrazione regionale a supporto sia degli enti locali sia di privati e professionisti”.

L’assessore ha precisato che “la prima fase del processo di digitalizzazione delle pratiche edilizie è costituita dalla realizzazione di un portale regionale, denominato ‘Sue in rete’, che verrà messo gratuitamente a disposizione dei Comuni per facilitare l’attivazione degli sportelli a livello locale. I Comuni potranno aderire al progetto regionale previa sottoscrizione di apposita convenzione con la Regione per la definizione di esigenze specifiche, compresi tempi e modalità di attivazione”.

Pizzimenti ha quindi chiarito che “a livello nazionale la competenza in materia di pratiche edilizie viene già ordinariamente gestita attraverso uno Sportello unico per l’edilizia, che integra le competenze dello Sportello unico per le attività produttive, già operativo in regione, in relazione ai processi attivati da soggetti privati. La proposta della Regione mantiene quindi le competenze degli Sportelli Suap già attivi e le funzioni degli sportelli per la gestione telematica delle pratiche edilizie, già operanti in alcuni contesti territoriali. Inoltre, verranno tutelate le esperienze positive già avviate, ad esempio dai Comuni di Trieste (dove il Sue è attivo già da oltre un anno), Pordenone e Monfalcone”.