TABLETquotidiano

L'informazione on line

SINDACO GORIZIA SU DPCM: ALTRE RESPONSABILITA’ SOLO CON RISORSE ADEGUATE

“I sindaci sono in prima linea da quando è scoppiata l’epidemia e continueranno ad esserlo finché servirà ma non si può pensare di scaricare loro anche ulteriori scelte di estrema criticità, come la chiusura di porzioni di aree cittadine, senza adeguate risorse economiche ed umane”.
Questo il pensiero del sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna, in merito alla decisione del governo di assegnare ai sindaci la scelta di eventuali lock down parziali.
“Potrebbe essere anche un’idea sensata se fosse inserita in un quadro generale di interventi contenenti i criteri sanitari e sociali per le chiusure ma anche i fondi per la loro concretizzazione, il personale per i controlli e via elencando perché – rimarca Ziberna – fatta in questo modo, sembra semplicemente uno scaricabarile. Approfitto per lanciare un altro messaggio, ovvero che la disponibilità dei sindaci a collaborare non può essere a senso unico. Da anni chiediamo maggior autonomia in numerosi altri campi e ci battiamo per quella semplificazione della burocrazia che ancora oggi rappresenta un ostacolo pesantissimo anche per l’economia cittadina. Le attività commerciali e artigianali sono in gravissima difficoltà e questo, oltre alla questione sanitaria, rappresenta la maggior preoccupazione dei sindaci che rischiano, alla fine, di ritrovarsi con migliaia di attività chiuse e le città deserte”.