TABLETquotidiano

L'informazione on line

SALUTE: USSAI (M5S), OLTRE CINQUE GIORNI DI ATTESA PER ESITO TAMPONI

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Ussai

“Il sistema di tracciamento dei contagi da Covid-19 nell’Azienda sanitaria universitaria giuliano-isontina (Asugi) è in affanno e rischia di saltare”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Ussai, ricordando che “se fino a qualche settimana fa l’esito del tampone veniva comunicato nel giro di 24 ore (e, in mancanza di indicazioni, il diretto interessato poteva considerarsi negativo), oggi i tempi si sono allungati. Ci sono arrivate segnalazioni secondo cui passerebbero anche più di cinque giorni tra l’effettuazione del tampone e la comunicazione del suo esito”.

“Bene l’aumento dei posti letto nelle terapie intensive, ma questa è una battaglia che si vince sul territorio. La regione, ormai da anni, non è tra le più virtuose nella garanzia dei Livelli essenziali di assistenza legati alla prevenzione. Una situazione – sottolinea l’esponente pentastellato – alla quale si può fare fronte soprattutto attraverso nuovo personale a rinforzo dei Dipartimenti di prevenzione. A questo proposito, si rende sempre più necessario un sostegno da parte della Regione Fvg per l’attivazione di un corso di laurea per assistenti sanitari”.

“A fronte di una necessità di circa trecento nuove figure di questo tipo, manifestata in luglio dalla presidente regionale dell’Associazione assistenti sanitari (Asnas), Daniela Bais, nei giorni scorsi – sottolinea il consigliere Ussai – l’assessore regionale alla Salute, Riccardo Riccardi, lamentava la difficoltà nel reperire personale e annunciava l’assunzione di dieci unità nell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale (Asufc) a supporto degli operatori impegnati nell’effettuazione dei tamponi”.

“Si tratta perlopiù di addetti che arrivano da fuori regione con il rischio – rimarca la nota del M5S – di dover fare fronte al turnover nel caso frequente di richieste di avvicinamento al proprio territorio di provenienza”.