TABLETquotidiano

L'informazione on line

SALUTE: RICCARDI, VIDEOINTUBAZIONE AUMENTA QUALITÀ RISPOSTA SANITARIA

Il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nell’auditorium dell’ospedale San Polo di Monfalcone, alla cerimonia di ringraziamento per la piattaforma per videointubazione donata dalla Bcc Staranzano e dall’Associazione dinAmici. (Foto ARC Pironio)

“Ora equilibrio tra governo pandemia e altre patologie”

“Determinare un equilibrio fra il governo dell’epidemia e delle altre patologie che continuano ad esserci e sono condizionate da tempistiche allungate ma necessarie per attuare le precauzioni volte al contenimento del virus. Dobbiamo dare un’accelerazione alla risposta sanitaria nella cosiddetta ‘fase ordinaria’ in un contesto più complesso: uno sforzo e un impegno da garantire”.

E’ questa la priorità evidenziata oggi dal vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nell’auditorium dell’ospedale San Polo di Monfalcone, nel corso della cerimonia di ringraziamento per la piattaforma per videointubazione donata dalla Bcc Staranzano e Villesse e dall’associazione Dinamici-Insieme per il volontariato. Si tratta di una collaborazione che si è consolidata con la raccolta fondi “Progetto flash COVID 19” nata a marzo dall’Associazione che ha visto la realizzazione dei container, corredati di tutto il necessario, per l’ampliamento del Pronto soccorso di Monfalcone e la consegna di ventilatori polmonari in uso ad Asugi, traguardo raggiunto grazie alla partecipazione massiva di tutto il territorio. Presenti all’evento anche il sindaco Anna Maria Cisint, il direttore generale Asugi, Antonio Poggiana, con Carlo Antonio Feruglio, presidente dell’istituto di credito e Manuela Fumis, presidente dell’associazione.

“Il sistema ha investito molte energie affrontando il momento più acuto e, in questa fase di rialzo del contagio, è ancora pronto a governare l’emergenza, ma questa convivenza con il virus deve essere equilibrata – ha specificato Riccardi -. Oggi la gestione del fenomeno contagio, forti della passata esperienza, è molto più conosciuta dai professionisti; è necessario quindi, continuando a governare la pandemia, orientare la nostra organizzazione sanitaria a trovare le migliori soluzioni per rispondere alle altre esigenze sanitarie”.

Nel suo intervento Riccardi ha sottolineato i valori della solidarietà e del volontariato oggi espressi dal sistema del credito cooperativo e dall’associazione.

“Essi rappresentano un punto di forza del territorio e permettono, con i loro contributi, di dotare i professionisti delle migliori tecnologie per operare al meglio. Questo esercito di solidarietà e di volontariato continua con la sua generosità a concorrere ad elevare la qualità degli interventi”.

Oltre al macchinario, corredato dall’attrezzatura per il suo utilizzo, Poggiana ha informato del potenziamento della terapia intensiva di Monfalcone con due posti letto aggiuntivi ai 4 esistenti, sempre grazie ai contributi raccolti. I lavori di ampliamento hanno consentito la creazione di una stanza di isolamento in cui è possibile applicare una pressione negativa per la gestione delle patologie infettive.

Ha illustrato, invece, la nuova strumentazione Pier Eugenio Gobbato direttore della struttura di Anestesia e rianimazione definendola “strumento innovativo che permette un salto di qualità nel lavoro dei professionisti”, mentre Cisint ha voluto rimarcare come la capacità di fare sistema e di dare strumenti per rispondere alle esigenze sanitarie rappresenti un grande valore e un vantaggio per la collettività.

Nel corso della cerimonia Riccardi ha poi ricordato alcuni temi centrali della gestione della pandemia, dai test rapidi, validati dal Governo centrale, per i quali la Regione ha concluso una gara assieme al Veneto per ottenerne una rilevante fornitura “che ci consentirebbe di effettuare le operazioni di tracciamento in modo meno invasivo e più rapido” e sul ruolo dei medici di base “diventano determinati – ha detto Riccardi – per allungare la catena ed arrivare il più vicino possibile ai cittadini”.

Sulle scuole, il vicegovernatore ha invece comunicato il lavoro di perfezionamento a breve sul protocollo che “consentirà di codificare i percorsi – ha indicato – e alleggerire l’obbligatorietà di fare il tampone in presenza di un blando raffreddore”.

Infine, l’esponente della Giunta Fedriga ha comunicato con soddisfazione il rientro del neurochirurgo Miran Shrap in Friuli Venezia Giulia. “Ha ripreso servizio all’ospedale di Udine – ha detto Riccardi -; questo è motivo di grande soddisfazione. La scelta di ritornare in regione dà la dimensione del valore e della qualità del nostro sistema che dobbiamo continuare a rendere migliore anche attraverso scelte difficili”.