TABLETquotidiano

L'informazione on line

SALUTE: MORETTI (PD), PAROLE FEDRIGA NASCONDONO ASSENZA DI RISPOSTE

“La lezioncina infastidita da parte del presidente Massimiliano Fedriga, condita dai soliti insulti gratuiti al Pd, dimostra oltre a un evidente nervosismo anche il tentativo di nascondere una mancanza di controllo sulla situazione complessiva. A partire dalla spesa sulla sanità che, a differenza di quanto da lui affermato, è cresciuta nel 2018 e nel 2019 molto di più rispetto il triennio 2015-2017”.

Lo afferma in una nota il vice capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, Diego Moretti, commentando le dichiarazioni del governatore della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, legate alle disposizioni anti Covid-19.

“Per quanto concerne il 2020, omette anche di dire – aggiunge l’esponente dem – di aver incassato dallo Stato, per il Ssr, quasi 120 milioni di euro per il potenziamento del sistema sanitario, assunzioni e altre funzioni legate all’emergenza da Covid-19”.

“Il mantra dell’attacco continuo al Governo riguarda tanto Fedriga e la sua Giunta, quanto una parte di sindaci della Lega (quella di Monfalcone su tutte), finora in prima linea nell’accusare l’Esecutivo nazionale di non ascoltarli. Ora che sul fronte della sicurezza il Governo si rivolge ai primi cittadini dando loro quell’autonomia richiesta – continua Moretti – alcuni di questi, con estrema incoerenza, non esitano ad alimentare polemiche, strumentali solo alla loro propaganda”.

“Sulla situazione del trasporto pubblico locale, non governata sul fronte degli studenti e dei pendolari, la Regione Fvg ha competenza primaria, ma continua nello scaricabarile. In aprile il Gruppo consiliare del Pd, costruttivamente e in via collaborativa, inviò a Fedriga un documento con una serie di suggerimenti. Compreso – conclude il rappresentante del Pd – quel per il coinvolgimento di tutti i soggetti privati per rafforzare il trasporto pubblico locale”.