TABLETquotidiano

L'informazione on line

SALUTE: LAURI (SEL), RIFORMA NECESSARIA E CONDIVISIBILE

“Ha una visione precisa e nei fatti è già stata sperimentata con successo”

“La riforma della sanità regionale è necessaria perché stanno cambiando i bisogni di salute e ci sono tanti aspetti da migliorare, ma non è una riforma ideologica come dice il centrodestra. E’ invece una riforma che propone una visione, un punto di vista culturale, quello della centralità del paziente e della sua presa in carico da un sistema in cui ospedale, università e distretti territoriali operano insieme attraverso una profonda integrazione”.

Lo ha affermato Giulio Lauri, presidente del Gruppo in Consiglio regionale di Sinistra Ecologia Libertà, intervenendo oggi in Aula a sostegno della riforma sanitaria.

“Noi condividiamo convintamente questa visione e la riforma che la mette in pratica, anche perché in alcuni territori della Regione nei fatti è già stata sperimentata con successo” – afferma Lauri. L’esponente di SEL inoltre aggiunge: “E’ chiaro che una riforma di questa portata desta anche preoccupazioni, ma il testo che abbiamo iniziato a votare oggi è già stato ampiamente modificato e migliorato dopo un ampio percorso di ascolto e di confronto con l’intera società regionale, e oggi possiamo affermare che la avviamo con un consenso largo. Rispetto ad alcune preoccupazioni rappresentate da sindaci e comitati sull’emergenza e sui presidi ospedalieri nelle aree pedemontane, lavoreremo per migliorare il testo, istituendo le ambulanze di vallata e rafforzando ulteriormente il piano delle emergenze nelle aree montane.

“E’ al centrodestra – conclude Lauri – che è piuttosto mancata una visione alternativa a quella di questa riforma, non solo la forza di vararne una diversa nella scorsa legislatura”.