TABLETquotidiano

L'informazione on line

SALUTE: COSOLINI (PD), VACCINI INTROVABILI E NIENTE RISPOSTE SU ARRIVO

Roberto Cosolini, consigliere regionale del Pd

“A un sistema sanitario evidentemente in difficoltà va a sommarsi, purtroppo, anche la forte mancanza di vaccini antinfluenzali. Le segnalazioni di cittadini preoccupati, molti appartenenti alle fasce di popolazione più esposte, sono quotidiane. Così come le difficoltà riscontrate dai medici di base che, costretti a rinviare gli appuntamenti, continuano a sollecitare l’arrivo delle dosi. La campagna annunciata in ottobre dal presidente Massimiliano Fedriga e dall’assessore regionale Riccardo Riccardi è, allo stato attuale, incompleta”.

Lo afferma in una nota il consigliere regionale Roberto Cosolini (Pd), evidenziando “le numerose segnalazioni da parte di cittadini e medici di Medicina generale riguardo lo stato di estrema difficoltà nel reperire i vaccini antinfluenzali”.

“Ricordiamo la conferenza stampa del 5 ottobre con la quale presidente e assessore alla Salute annunciavano l’avvio della campagna vaccinale. Sembrava evidente, allora, che il sistema sanitario e le sue aziende – aggiunge l’esponente dem, che è anche componente della Commissione regionale Salute – avessero effettuato approvvigionamenti adeguati. A quanto pare, però, così non è stato visto che nelle settimane successive, dopo un primo invio ai medici, è emerso il problema, tuttora persistente, della mancanza di vaccini”.

“Quando arriveranno ai medici – chiede Cosolini – le dosi mancanti per vaccinare la popolazione a rischio? Siamo ormai nella stagione critica, ma non c’è ancora una risposta chiara, dai responsabili, a questa domanda. La rinuncia concordata da parte delle farmacie a vantaggio dei medici non basterà a tamponare la forte mancanza di vaccini, né tantomeno può dare una risposta sui tempi”.

“Questa è una grave mancanza, se si considera – conclude la nota del Pd – che in un momento di particolare esposizione a rischi per la salute delle persone, determinata dalla pandemia, il vaccino antinfluenzale doveva e dovrebbe essere un supporto importante. Ma, su questo, mancano da tempo delle certezze”.