TABLETquotidiano

L'informazione on line

RIFORMA SANITÀ: TELESCA, VOGLIAMO PRENDERCI CURA DEI CITTADINI

“Non vi è alcuna pregiudiziale ideologica dietro le nostre scelte. Per tracciare il percorso della sanità del futuro in Friuli Venezia Giulia ci siamo basati solo sulle evidenze scientifiche e sugli andamenti epidemiologici”. Lo ha affermato oggi in Consiglio regionale l’assessore alla salute del Friuli Venezia Giulia, Maria Sandra Telesca, replicando alle opposizioni e ribadendo le ragioni dell’esecutivo nel corso della seconda giornata di dibattito sul riordino del sistema salute in Friuli Venezia Giulia.

“Questa riforma – ha spiegato – vuol modernizzare la nostra sanità. Il compito della politica consiste nel cercare di intercettare in tempo i problemi e le criticità che si potranno manifestare negli anni a venire. La politica deve sapersi prendere cura dei cittadini. Questo abbiamo cercato di fare, nell’unico intento di dar vita ad un sistema più efficiente, più equo, più giusto per rispondere alle esigenze di salute della popolazione, e nel contempo sostenibile sotto il profilo della tenuta dei conti”.

“Trovo quindi del tutto pretestuoso cercare di insinuare il dubbio che siamo stati mossi da presupposti ideologici. Tanto più che questa è una riforma che sta andando nella stessa direzione intrapresa da tante altre Regioni in Italia, indipendentemente dalla colorazione politica di chi le guida, e che può essere riassunta nel concetto di meno ospedale, più territorio, nel pieno rispetto del Patto per la Salute siglato con il ministro Beatrice Lorenzin”.

“Ora la vera sfida consisterà nel riuscire a mettere in pratica quanto abbiamo previsto. E per ottenere questo fondamentale risultato occorrerà naturalmente il contributo convinto di tutti, a cominciare dai professionisti che operano nel settore”.

Infine Telesca ha respinto ancora una volta l’accusa che si tratti di una riforma affrettata. “E’ un’affermazione che faccio fatica ad accettare: dietro questa riforma c’è l’impegno di tantissimi tecnici e professionisti, c’è un lungo e approfondito lavoro iniziato già all’avvio della legislatura: sono convinta della bontà di quanto abbiamo fatto. I cittadini se ne accorgeranno”.