TABLETquotidiano

L'informazione on line

RICERCA: FEDRIGA, ANTICIPARE ESIGENZE TERRITORIO ATTRAVERSO BIG DATA

Sostegno dalla Regione, attraverso Friulia, al progetto Rachael

“Incrociare la tradizionale ricerca demoscopica con l’intelligenza artificiale e i Big Data significa investire sul futuro per dare risposte più puntuali alle esigenze della nostra comunità”. Lo ha sottolineato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenendo stamane a Trieste alla conferenza stampa di presentazione di Rachael, il progetto nato da una sinergia tra Swg, Università di Trieste e Sissa e sostenuto dalla Regione che, attraverso Friulia, ha investito nel capitale sociale della società triestina leader nelle ricerche di mercato al fine di sostenere le sue attività di innovazione e sviluppo.

Presenti, al fianco del governatore, il presidente di Swg Adrio de Carolis, il rettore dell’Ateneo giuliano Roberto Di Lenarda, il direttore di Sissa Stefano Ruffo e la presidente di Friulia Federica Seganti.

Nello specifico, Rachael si pone l’ambizioso obiettivo di incrociare il lavoro di ricerca demoscopica con i Big Data, fornendo nuova linfa all’integrazione tra il mondo dell’impresa e quello della ricerca ed elaborare così nuovi strumenti al servizio del policy making.

“Il Friuli Venezia Giulia – ha ricordato Fedriga – è la Regione che gestisce il maggior numero di dati in rapporto alla popolazione: riuscire a razionalizzarli e analizzarli, dispiegando appieno il loro potenziale, risulta pertanto essenziale nella prospettiva di anticipare i futuri scenari, elaborare strategie specifiche e stanziare risorse adeguate”.

Lo stesso Fedriga ha ricordato che “tali previsioni interessano numerosi ambiti del nostro vivere quotidiano, dalla sanità all’istruzione fino ai trasporti e risultano pertanto funzionali da un lato a migliorare la qualità dei servizi e dall’altro a investire i soldi pubblici in maniera sempre più mirata”.