TABLETquotidiano

L'informazione on line

REGIONE: ZILLI (LN), OPPOSIZIONE DURISSIMA A PROPOSTA LEGGE PD PER PROFUGHI

“Azzera il bonus bebè. Presenta una legge per triplicare i posti per i profughi. Chiude i punti nascita. Macella la sanità regionale. E punta a trasformare il Friuli Venezia Giulia in una colonia africana. Questo è il Partito democratico a trazione Serracchiani: alimenta l’odio con politiche mortificanti per friulani e triestini”.

Così Barbara Zilli, consigliere regionale della Lega Nord, esprime sconcerto, indignazione e rabbia per l’ennesima iniziativa legislativa del Partito democratico: “mentre lavoratori e consumatori vengono bruciati dalla fiamma della crisi, mentre crollano istituzioni come la Coop, ecco una proposta di legge targata Pd per triplicare l’accoglienza per i profughi”.

Zilli preannuncia un’opposizione durissima “contro una legge inconcepibile, devastante dal punto di vista concettuale, che dovrebbe essere fatta a pezzi prima di entrare a Palazzo. Oggi la politica deve arginare e bloccare il fenomeno migratorio, che sta mettendo in ginocchio un Paese già debilitato dalla crisi. Apprendere che il Pd srotola il tappeto rosso per accogliere i clandestini è una pugnalata al cuore”.

Zilli continua: “I veri beneficiari di questa legge sono gli scafisti e i mercanti di schiavi del Mediterraneo. Quella del Pd non è neanche carità cristiana, è una vergognosa messa in scena da sepolcri imbiancati. Le vittime principali saranno le famiglie friulane e triestine”.