TABLETquotidiano

L'informazione on line

REGIONE: Ziberna (FI) , “Firmate per il referendum della Lega Nord su legge Merlin”

Come aveva annunciato, il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Rodolfo Ziberna, continua la sua campagna contro la legge Merlin coinvolgendo tutti i Consigli regionali d’Italia.

“Per informare gli altri Consigli regionali dell’iniziativa da me assunta – comunica Ziberna – ho inviato l’istanza di referendum abrogativo parziale della legge Merlin ai presidenti di tutti i Gruppi consiliari di tutti i Consigli regionali in Italia, unitamente ai presidenti di Consiglio. Lo scopo è di promuovere l’approvazione dell’istanza che ho depositato presso il nostro Consiglio regionale almeno in altri quattro Consigli. Se ciò accadrà, allora in virtù dell’articolo 75 della Costituzione, gli italiani saranno chiamati a esprimersi sul quesito referendario”.

“Come ho già chiarito – ha precisato il consigliere regionale – il vero obiettivo non è l’abrogazione della legge, bensì una nuova legge che difenda chi oggi è costretto a prostituirsi, che aumenti le pene per chi sfrutta e induce alla prostituzione, soprattutto minorile, che disciplini gli aspetti sanitari, previdenziali e fiscali di chi invece si prostituisce per scelta”.

“Un’iniziativa parallela che condivido – ha aggiunto Ziberna – è il referendum abrogativo di iniziativa popolare promosso dalla Lega Nord, che ha bisogno di 500.000 firme dei cittadini. Ecco la ragione per cui ho sottoscritto il quesito referendario al banchetto della Lega Nord allestito a Gorizia, ed ecco perché invito a recarsi ai banchetti tutti coloro che ritengono che la legge Merlin non solo non abbia debellato il fenomeno della prostituzione, ma lo abbia peggiorato. Una proposta analoga l’avevo depositata nel 1989 e non posso che dichiararmi soddisfatto nel vedere la Lega Nord condividere mie vecchie battaglie di civiltà”.