TABLETquotidiano

L'informazione on line

REGIONE: RICCARDI (FI), MOZIONE STADIO DI UDINE, PARTITA VINTA DAL FRIULI

“Ritengo particolarmente significativo che il Consiglio regionale si sia espresso all’unanimità per mantenere il nome Friuli allo stadio di Udine: un segnale che riconosce l’importanza di una storia che non può essere rimossa da un’applicazione estrema delle leggi di mercato”.

Così il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Riccardo Riccardi, il quale ha presentato una mozione per mantenere il nome Friuli allo stadio di Udine. Mozione poi emendata e votata da tutti i gruppi consiliari all’unanimità.

Sono il primo – precisa Riccardi – a riconoscere il fatto che il marketing nel mondo del calcio assume al giorno d’oggi un valore strategico ormai determinate, così come sono il primo a dare atto alla famiglia Pozzo degli sforzi economici prodotti in questi anni per costruire una società solida e competitiva, che ha dato lustro alla città di Udine in tutto il mondo. Detto ciò, però, bisogna anche ribadire che il Consiglio regionale ha tutto il diritto su un tema come questo di esprimere la propria opinione.

A tal proposito – afferma ancora l’esponente di FI – è giusto che il mondo vada avanti e che il calcio risponda a logiche aziendali diverse rispetto a trent’anni fa, ma non ci si poteva certo sottrarre dal difendere la dignità che il Friuli merita. La decisione assunta oggi quindi, espressa in una volontà condivisa trasversalmente, si declina in un auspicio rivolto al Comune di Udine di salvaguardare il nome storico dello stadio, associandolo eventualmente a quello di uno sponsor.

Dopo un mese di dibattito pubblico – conclude Riccardi – e di polemiche possiamo ben dire che oggi la partita l’ha vinta il Friuli.