TABLETquotidiano

L'informazione on line

REGIONE ATTIVA TAVOLO CON ENI PER SUPPORTARE CITTADINI, ACCOLTA RICHIESTA DI ZIBERNA (FI)

Ziberna: “Un tavolo al quale siede anche la Regione è senza dubbio più autorevole e consente ai cittadini di non sentirsi abbandonati, nella loro difesa, da parte delle istituzioni”

In risposta ad una interrogazione a risposta urgente rivoltale dal consigliere regionale di Forza Italia Rodolfo Ziberna, l’assessore all’ambiente Sara Vito ha assicurato in aula che la giunta regionale ha chiesto ad ENI SpA di istituire un tavolo permanente, in modo da avere incontri periodici e report puntuali aggiornati, per valutare e per risolvere le problematiche emerse sul territorio.

Ziberna aveva chiesto che si attivasse questo tavolo vista la positiva esperienza nella soluzione dei contenziosi tra utenti e società di telefonia, sull’ordine del 90%, gestiti dal Co.re.com.

“Un tavolo al quale siede anche la Regione – ha affermato Ziberna – è senza dubbio più autorevole proprio per la maggior forza contrattuale che essa possiede e consente ai cittadini di non sentirsi abbandonati nella loro difesa da parte delle istituzioni.”

“In questi ultimi mesi, in particolare nella provincia di Gorizia – ha ricordato Rodolfo Ziberna – sono emerse numerose e gravi criticità nella fatturazione dei servizi di erogazione del gas per uso domestico resa da ENI SpA, subentrata nello scorso giugno ad Isogas.  Ma analoghi problemi stanno insorgendo a seguito della fatturazione da parte dei ENI SpA a fronte anche del servizio di erogazione dell’energia elettrica ed altri potranno sorgere su tutto il territorio regionale, anche in riferimento ad altre società di erogazione di servizi. Questo tavolo, destinato alla difesa dei cittadini/consumatori che, se non difesi, senza dubbio, soccomberebbero nelle controversie con le potenti e ‘super difese’ controparti, potrebbe rappresentare un esperimento da seguire in analoghe occasioni.”

Il consigliere Ziberna ha pertanto espresso il ringraziamento ed apprezzamento a nome del territorio, auspicando che questo tavolo possa essere risolutore dei tanti problemi che sono stati segnalati da centinaia e centinaia di famiglie.