TABLETquotidiano

L'informazione on line

PROTEZIONE CIVILE: RICCARDI, GIOVANI SIANO PROTAGONISTI DI QUEST’ESPERIENZA

Il vicegovernatore, Riccardo Riccardi, assieme al sindaco di Bicinicco, Paola Turello, parla dei valori intrinsechi del volontariato nella protezione civile da trasferire ai giovani. (Foto ARC Morandini)

“La grande risorsa del volontariato della Protezione civile è l’elemento essenziale di un modello operativo e organizzativo nato dal terremoto del 1976 e del quale è tutt’ora indiscussa l’efficacia. Ora occorre creare i presupposti perché anche i giovani possano essere partecipi e protagonisti di questa rinnovata esperienza, per dare continuità a un percorso virtuoso nato nel secolo scorso. Quanto fatto dai volontari di Bicinicco ne è un esempio: assieme al Comune, hanno saputo attivare una rete su scala distrettuale con i gruppi dei Comuni contermini, destinata a potenziare l’efficacia degli interventi in questa una zona che è soggetta, in caso di maltempo, ad allagamenti ed esondazioni”.

Il vicegovernatore e assessore regionale alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, intervenuto a Bicinicco al passaggio di consegne del coordinamento della squadra comunale, con queste parole ha voluto esprimere il ringraziamento dell’Amministrazione agli uomini e alle donne che, per puro spirito di volontariato e solidarietà, in caso di necessità impiegano il loro tempo libero per aiutare le persone e assisterle in occasione delle calamità.

“I volontari della Protezione civile – ha aggiunto il vicegovernatore – si sono confermati indispensabili anche in occasione della recente emergenza causata dalla pandemia: senza il loro prezioso apporto sarebbe stato meno facile assicurare assistenza e supporto alla popolazione”.

Riccardi ha poi fatto riferimento all’esperienza del coordinatore della squadra comunale di Bicinicco, Narciso Vidot, ricordata dal sindaco, Paola Turello, presente assieme ad alcuni amministratori dell’area; nel lasciare l’incarico si è messo a disposizione del suo successore per affiancarlo e trasmettergli, in caso di necessità, la conoscenza delle peculiarità del territorio, e l’esperienza maturata.

“Anche questo è un esempio palese – ha specificato Riccardi – dei valori che animano i nostri volontari, e dev’essere uno dei motivi concreti per favorire l’avvicinamento dei giovani all’esperienza della Protezione civile, realtà quest’ultima che ha il suo centro operativo a Palmanova ma con riferimenti in tutti i Comuni del territorio.

“La Protezione civile – ha concluso il vicegovernatore – è destinata a consolidarsi ulteriormente se i gruppi comunali sapranno collaborare tra loro anche per poter fornire alla Regione gli elementi utili per programmare al meglio la propria attività, adeguando l’operatività alle esigenze e attese dei cittadini”.

Un’immagine della sala che ha ospitato l’incontro sulla Protezione civile, a Bicinicco. (Foto ARC Morandini)