TABLETquotidiano

L'informazione on line

PORDENONE: INAUGURATA L’ESPOSIZIONE DEDICATA A LEONARDO DA VINCI

L’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli a Pordenone all’inaugurazione dell’esposizione “il Mondo di Leonardo: codici interattivi, macchine, disegni”

“Pur arrivando ad un anno dalle celebrazioni leonardesche, la mostra del Paff di Pordenone giunge dopo l’esperienza della pandemia per appagare un bisogno gioioso di cultura”.

L’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, ha inaugurato oggi a Pordenone l’esposizione “il Mondo di Leonardo: codici interattivi, macchine, disegni” allestita al Palazzo del fumetto PAFF! in collaborazione con il Leonardo3 Museum di Milano e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dell’Amministrazione comunale.

Una ripartenza del cui merito l’assessore ha ringraziato la direzione del PAFF! e il Comune di Pordenone “soprattutto per l’adozione di regole che consentono di riaprire questi spazi in sicurezza e garantire un’offerta culturale di alto valore che costituisce la prima motivazione anche nella scelta della meta turistica”.

Ricordando la grandezza della figura di Leonardo come inventore e artista, Gibelli ha richiamato “il bisogno di tutti noi di tornare a vedere mostre, sentire concerti, vedere spettacoli teatrali. Mai come in questo momento – ha detto l’assessore – possiamo rimpiangere il periodo del Rinascimento italiano nell’arte e nella scienza, campi in cui l’Italia seppe dare tutto e confido che in futuro saprà farlo nuovamente”. Cogliendo proprio uno degli aspetti innovativi dell’esposizione, ovvero la trasposizione digitale del Codice Atlantico e del Codice del Volo, Gibelli è tornata sul tema delle nuove modalità di fruizione culturale “tra cui il digitale rappresenta sicuramente uno dei retaggi positivi della quarantena, poiché ci consentirà di ampliare il pubblico, lasciando intatta l’esclusività dell’esperienza dal vivo e in presenza”.

Allestita in due ampie sale della galleria moderna del PAFF! su una superficie di circa 400 metri quadrati l’esposizione ospita il Codice Atlantico e il Codice del Volo interamente consultabili tramite postazioni interattive attrezzate nel rispetto delle disposizioni di sicurezza dell’emergenza Covid-19.

L’esposizione propone inoltre dodici macchine realizzate in dimensione reale e in scala provenienti dal centro di ricerca L3 di Milano. Quattro di queste macchine volanti esprimono l’evoluzione degli studi del maestro sull’aerodinamica, con un pezzo di apertura alare di ben quattro metri e 60 centimetri, oltre a quattro macchine natanti; una sala ospita il famoso Leone meccanico, unico progetto certamente realizzato, secondo alcune testimonianze storiche tra cui quella del Vasari; un automa costruito su commissione del Papa Leone X per meravigliare il Re di Francia; due strumenti musicali a tasti funzionanti e l’automobile di Leonardo. Alle pareti è esposta una selezione di disegni, riproduzioni ufficiali provenienti dalla Reale Commissione Vinciana; infine, un percorso di approfondimento per i più piccoli propone l’utilizzo del disegno in stile fumettistico realizzato appositamente per questa mostra da PAFF! e L3, con le illustrazioni di Emanuele Barison.

La mostra interpreta la linea distintiva del parco, cogliendo gli obiettivi espressi anche dal direttore del PAFF! Giulio De Vita e dal sindaco del Comune di Pordenone, Alessandro Ciriani, che in questo luogo vedono un elemento coagulante, né museo né sala espositiva, ma crocevia di contaminazione che, unitamente al Teatro Verdi, interagisce con il mondo culturale, della scuola, della ricerca intellettuale per farne il fulcro della vivacità cittadina.

L’assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli a Pordenone all’inaugurazione dell’esposizione “il Mondo di Leonardo: codici interattivi, macchine, disegni”