TABLETquotidiano

L'informazione on line

MONFALCONE: COVID-19, COMMISSIONE SANITA’ FA IL PUNTO SULLA SITUAZIONE

E’ stata affrontata questa mattina a Monfalcone nella riunione, presso il palazzo municipale, della Commissione Sanità, alla quale erano collegati in videoconferenza il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, il Direttore centrale della Sanità regionale, Gianna Zamaro, e in presenza il Direttore di Asugi, Antonio Poggiana, la situazione sanitaria in generale ed in particolare l’attuale fase epidemica.

“Monitoriamo ogni situazione e personalmente contatto le persone che so essere in difficoltà – ha detto il sindaco, Anna Maria Cisint, rassicurando che “data l’evoluzione della pandemia, riattiveremo con l’aiuto della nostra Protezione civile il servizio di ausilio alle persone sole o in isolamento per le spese e le forniture di generi di prima necessità”.

Nel corso dei lavori è stato evidenziato come sia particolarmente delicata per Monfalcone la gestione del contagio sui luoghi del lavoro: sui 146 attualmente positivi, 103 sono stranieri.

Il sindaco ha quindi spiegato come il dipartimento di prevenzione abbia individuato 13 focolai, prontamente isolati per evitare un’ulteriore diffusione. Di questi focolai cinque sono stranieri, riconducibili a lavoratori bengalesi che risiedono a Monfalcone ma che lavorano prevalentemente alla sede della Fincantieri di Marghera e alla Cimolai di San Giorgio.

Di qui la definizione di una ben precisa procedura di azione: “Il sistema che abbiamo definito con Regione, Asugi e Fincantieri – afferma Cisint – sta dando grandi risultati. Di fatto stiamo facendo tutti un lavoro molto intenso, ma questa grande fatica dà sicurezza a tutti”.