TABLETquotidiano

L'informazione on line

MONFALCONE: CALLARI, “GEOGRAFIE” RIPORTA VICINANZA, LETTURA ED ESPERIENZE

“La Regione ha creduto in ‘Geografie’ perché è una manifestazione molto legata al territorio e in una fase in cui la società e la politica gridano c’è soprattutto bisogno di pensare e di ritrovare quel contatto umano e quello scambio reale di esperienze che il lockdown ha negato e che deve permettere di progettare il nostro futuro”.

È la riflessione dell’assessore regionale al Patrimonio Sebastiano Callari intervenuto oggi in piazza della Repubblica a Monfalcone all’inaugurazione di ‘Geografie’, rassegna organizzata dall’assessorato comunale alla Cultura in collaborazione con la Fondazione Pordenonelegge, presenti anche il sindaco di Monfalcone Anna Cisint, il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin e il vicepresidente della Fondazione Pordenonelegge Silvano Pascolo.

“Dobbiamo parlare del nostro territorio, riscoprire le nostre radici – ha osservato Callari – perché geografia significa riscrivere la terra”. Il festival è stato inaugurato proprio da una conversazione del direttore artistico Gian Mario Villalta con lo storico Franco Cardini su “Passato e futuro tra Oriente e Occidente”.

Cisint ha manifestato soddisfazione per il grande flusso di pubblico e per il percorso attivato con le librerie del territorio, annunciando che in caso di maltempo sono già state predisposte alternative logistiche alla tensostruttura allestita in piazza Repubblica.

“In un momento in cui tutti giriamo mascherati e respiriamo male – ha concluso Callari – Monfalcone dimostra di essere una città viva dal punto di vista culturale e capace di evocare il desiderio di viaggiare che è alimentato dalla lettura e dalla scoperta dei luoghi del mondo”.