TABLETquotidiano

L'informazione on line

LAVORO: IMPRENDERÒ 4.0, FORMAZIONE APERTA SOPRATTUTTO AI GIOVANI

Mercoledì 16 luglio, alle 11.30, nel palazzo della Regione a Udine (sala Kugy), si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto regionale Imprenderò 4.0. Giunto alla quarta edizione, Imprenderò 4.0 è promosso e finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia nell’ambito del Fondo Sociale Europeo (Programma operativo 2007/2013 – Asse 2 Occupabilità PPO 2013, Programma Specifico n.8) e dal Programma esterno parallelo del POR FSER 2007/2013 (rientrante nel Piano di azione e coesione – PAC – Garanzia Giovani FVG).

Imprenderò 4.0 mira alla promozione della cultura imprenditoriale e al sostegno dei processi di creazione d’impresa e lavoro autonomo, di passaggio generazionale e trasmissione d’impresa. Nello specifico, i servizi comprendono la realizzazione di 75 seminari informativi e tematici della durata di 8 ore, 48 corsi di formazione imprenditoriale di 40 o 80 ore per sviluppare le competenze manageriali e necessarie a realizzare il proprio progetto imprenditoriale e definirne il piano di impresa, 10.000 ore destinate alla consulenza individuale per l’accompagnamento all’avvio o al trasferimento d’impresa.

Interverranno alla cerimonia di presentazione l’assessore regionale a Lavoro e Formazione, Loredana Panariti, il direttore del Consorzio Friuli Formazione (ente capofila del progetto), Andrea Giacomelli, e gli altri enti partner. In tale occasione verranno presentati il sito del progetto (www.imprendero.eu) al quale si potrà accedere per conoscere tutte le informazioni e la prima programmazione dei servizi offerti, a partire dall’Imprenderò-DAY (I-DAY) che si svolgerà, mediante la realizzazione in contemporanea di un seminario informativo, in ogni provincia e a Tolmezzo il 24 luglio 2014.

“In un contesto difficile come quello attuale – commenta Panariti – caratterizzato da trend della disoccupazione che non mostra rallentamenti, da una difficoltà di ingresso al mondo del lavoro da parte dei giovani e di reinserimento di soggetti altrimenti esclusi dal mercato del lavoro o in difficoltà occupazionale, è doveroso promuovere azioni di politica attiva del lavoro volte a dare alle persone gli strumenti necessari per avviare una nuova iniziativa imprenditoriale”.

“L’obiettivo di questo progetto – aggiunge l’assessore – è quello di orientare e formare le persone, definendo percorsi congrui ad ognuno di essi per portare ad un deciso miglioramento del proprio capitale umano e creare positive relazioni con le realtà del Friuli Venezia Giulia”.