TABLETquotidiano

L'informazione on line

GORIZIA: SULLA QUESTIONE PROFUGHI LO SFOGO DEL VICE SINDACO SU FB

Sartori: “Imbarazzante ed inconcepibile la soluzione di allestire una tendopoli in pieno centro città vicino alle scuole”.

“La Regione mesi fa ha chiuso il nostro Punto nascita con una velocità fulminea, ed ancora più velocemente dopo appena 2 giorni dalle dichiarazioni del Presidente Gherghetta arriva con la Protezione civile e gli assessori regionali Panontin e Torrenti per allestire una tendopoli nell’ex campo dei sordomuti in via Bras”. Così interviene il vice sindaco di Gorizia, Roberto Sartori, dal suo profilo Facebook, sulla decisione di allestire un accampamento per i profughi che da mesi stazionavano sulle rive dell’Isonzo.

“Entrambi – prosegue Sartori – mi hanno garantito che al massimo entro 20 giorni la tendopoli verrà smontata, è una soluzione temporanea. Lo spero vivamente, non vorrei che accadesse come in altre città che il temporaneo diventi ‘permanente’.

“Se si voleva trovare la soluzione, si poteva utilizzare le strutture della Provincia a Bagni di Lustizza, – aggiunge – ma non mettere un campo profughi in centro città, la considero una forzatura tant’è che neanche il nostro assessore alla Protezione civile Francesco del Sordi e l’ufficio competente sono stati avvisati”.

“I prossimi giorni assisteremo al solito e ripetuto teatrino che è colpa del Comune, del Sindaco ,della Giunta, e così via, però stranamente non dicono che anche gli altri comuni della Provincia guidati da Sindaci del centro sinistra non hanno voluto dare la loro disponibilità a ricevere una parte dei profughi che da oggi – conclude il vice sindaco Sartori – saranno accolti nella nuova tendopoli in pieno centro”.