TABLETquotidiano

L'informazione on line

GORIZIA COME NEW YORK, APERTO IL CANTIERE PER CREARE UN “CENTRAL PARK”

Ziberna: “L’acqua riemergerà in mezzo al verde nella Valletta del Corno”

Ripartono a Gorizia anche le grandi opere. In questi giorni è stato aperto il cantiere per la riqualificazione idraulica, igienica e ambientale del torrente Corno che, da una parte, consentirà di evitare esondazioni e di ripulire le acque e, dall’altra, permetterà di recuperare un’ampia zona di verde a partire dall’area della Valletta per creare una sorta di “Central Park” Goriziano.

Il sindaco, Rodolfo Ziberna, insieme agli assessori ai lavori pubblici, Arianna Bellan e alla viabilità, Stefano Ceretta, ha effettuato oggi un sopralluogo al cantiere, fra le vie Skodnik e Mighetti che rimarranno chiuse al traffico per circa 11 mesi. Come hanno spiegato il dirigente dei lavori pubblici, Alessandro De Luisa, il rup, Raffaella Tuzzi e il rappresentante dell’impresa Icop, ciò consentirà di lavorare senza intoppi per realizzare la nuova condotta in cui saranno convogliate le acque del torrente Corno, ripulite attraverso il depuratore che dopo un percorso sotterraneo di diverse centinaia di metri riemergeranno limpide nella Valletta del Corno.

“Si è cercato di limitare al massimo i disagi dei residenti – hanno evidenziato il sindaco e gli assessori Bellan e Ceretta – e tutti avranno la possibilità di rientrare nelle loro abitazioni con l’auto. Purtroppo non è stato possibile evitare di togliere una ventina di parcheggi in via degli Orzoni ma non c’era alternativa. In questi due giorni di modifica alla viabilità non ci sono stati, fortunatamente, problemi di traffico e, vista la grande attenzione con cui sono state effettuate le modifiche penso che non dovrebbero crearsi grossi problemi”.

Come ricorda il sindaco, si tratta di un intervento di grande portata, atteso da decenni, “che non solo risanerà il torrente per ciò che concerne la parte idraulica e igienica ma consentirà di creare un’ampia area verde attrezzata che potrà avere un grande impatto sul turismo, diventerà il  Central park Goriziano visto che la Valletta del Corno, riqualificata e attrezzata con spazi per lo sport, il tempo libero e la ristorazione, si congiungerà con altri tratti di verde, a partire dal parco Coronini e sconfinerà in Slovenia. E lungo tutto questo ampio polmone verde saranno ospitate piste ciclabili che congiungeranno le varie zone. Insomma, stiamo costruendo una tappa della Gorizia futura”.

Il costo dei lavori è di 13.298.587,66 euro, più 227.874,82 e l’Iva del 22% per un totale di oltre 16 milioni cui vanno aggiunti la progettazione e oneri vari per un costo finale di circa 21 milioni di euro.

“In settembre- annuncia il sindaco- organizzeremo delle visite guidate con i cittadini per far conoscere meglio questa imponente opera che sarà conclusa all’inizio del 2022”.