TABLETquotidiano

L'informazione on line

FRIULI DOC: BOLZONELLO, UN FRIULI STRAORDINARIO CHE GUARDA AL FUTURO

“Friuli Doc è una manifestazione straordinaria che mette in mostra un Friuli altrettanto straordinario. Per questo il ringraziamento mio e della Regione va al Comune di Udine e a tutti coloro che hanno a cuore il Friuli per avere saputo dare contenuti importanti a questa ventesima edizione. Abbiamo necessità di determinare sempre di più filiere e percorsi che mettano in luce la genuinità, la tradizione, la capacità di stare sui mercati dei nostri prodotti: Friuli Doc, per come è stato disegnato quest’anno e per come si svilupperà, sarà ancora una vetrina eccellente per il primario”.

Lo ha affermato il vicepresidente della Regione e assessore alle Risorse agricole Sergio Bolzonello all’inaugurazione della ventesima edizione di Friuli Doc. Bolzonello ha ricordato che il Friuli Venezia Giulia presenterà per l’Expo 2015 un programma molto importante, puntando soprattutto sul vitivinicolo.

“Sarà un’altra grandissima vetrina e sicuramente Friuli Doc anche il prossimo anno saprà essere parte importante del programma allestito nello stand regionale a Milano”, ha aggiunto il vicepresidente. Dopo la cerimonia inaugurale dell’evento, presentato in piazza Libertà da Martina Riva e alla quale è intervenuto il portiere dell’Udinese Calcio e della nazionale italiana Under 19 Simone Scuffet, Bolzonello si è diretto in via Mercatovecchio per inaugurare ufficialmente lo stand ERSA.

“La Regione è presente a Friuli Doc con Turismo FVG ma soprattutto con ERSA, in uno stand che ha una bellissima location ed è anche rinnovato, a testimonianza – ha spiegato il vicepresidente – di come la nostra agenzia regionale per le politiche agricole stia andando verso un ‘cambio pelle’, puntando su un accompagnamento scientifico, di ricerca, per aiutare il mondo agricolo nelle difficili sfide attuali. Nello stand presentiamo accanto ai nostri vini, prodotti di eccellenza più noti come il prosciutto di San Daniele e il Montasio, ma anche molte altre produzioni di nicchia in una grande rassegna che vede il meglio del Friuli Venezia Giulia, e del Friuli in particolare”.

Da oggi a domenica 14 settembre nella storica via del centro di Udine nello stand ERSA si presenteranno al pubblico l’Enoteca del FVG, la Birroteca dei birrai artigianali e le proposte delle aree riservate ai Consorzi e alle associazioni. All’interno dello stand verrà promosso anche il marchio collettivo di qualità “AQUA”, strumento regionale che permette di garantire valore aggiunto ai prodotti agroalimentari e che sarà protagonista anche di incontri di approfondimento in collaborazione con l’IRTEF, Istituto per la ricerca sulle tecniche educative e formative.

Dopo il simbolico primo taglio della fetta di prosciutto di San Daniele, presenti l’assessore regionale Mariagrazia Santoro, il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, il direttore generale ERSA Paolo Stefanelli, Bolzonello si è recato al “Friuli Future Forum”, dove ha inaugurato la sede dove si terranno, per tutta la durata di Friuli Doc corsi, laboratori e incontri sul tema dell’agroalimentare.

“Un’altra grande iniziativa – ha commentato Bolzonello – messa in campo dall’anno scorso a cura della Camera di commercio di Udine, che si caratterizza per un dibattito approfondito su manifatturiero, turismo, e, in questi giorni, anche agroalimentare. Attraverso questi confronti si delineano i migliori percorsi da intraprendere per disegnare il futuro di questa regione: starà a chi amministra e agli operatori saperne cogliere gli spunti per il bene del Friuli Venezia Giulia di domani”, ha concluso il vicepresidente.