TABLETquotidiano

L'informazione on line

ENERGIA: VITO, “ALTERVIS” PER VALORIZZARE LE POTENZIALITÀ DEL TERRITORIO

L’assessore regionale all’Energia del Friuli Venezia Giulia Sara Vito ha preso parte a Tolmezzo al convegno finale del “Progetto AlterVis. Autonomia energetica da fonti rinnovabili” (Programma Interreg IV Italia-Austria 2007-2013), iniziativa attuata dalle Comunità montane Torre-Natisone-Collio, Carnia, Friuli Occidentale, Gemonese-Canal del Ferro, da sette Comuni della Valle del Gail (Carinzia), e dall’Università di Udine, tramite la Cooperazione territoriale europea, con l’obiettivo di indicare le strategie possibili, nell’area considerata, per l’autonomia energetica di carattere locale.

Grazie al Progetto è stato possibile valutare l’autosufficienza energetica dei singoli comuni, come di aree più estese, identificando le energie rinnovabili e il risparmio energetico come vere risorse sia a livello pubblico che privato. Nel contempo, AlterVis ha permesso di valutare il potenziale energetico tra le zone di confine e di considerare sistemi logistici comuni. Nel suo intervento introduttivo l’assessore Vito ha ricordato che l’energia è un tema strategico per la nostra regione, nella consapevolezza del ruolo cardine per lo sviluppo economico e sociale che ha portato all’aggiornamento del Piano Energetico Regionale (PER), adeguandolo alle mutate esigenze del territorio.

“Il PER è in fase avanzata di predisposizione e si tratterà di uno strumento flessibile, di governo del sistema energetico”, ha precisato l’assessore Vito. “Una delle priorità – ha aggiunto Vito – individuate dalla Regione in coerenza con la Strategia Europa 2020 è quella di perseguire una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, attraverso l’avvio di una strategia capace di valorizzare lo sviluppo sostenibile e l’economia verde”.

La nuova strategia energetica regionale mira, come ha puntualizzato l’assessore, alla riduzione del costo dell’energia per i consumatori e per le imprese, ma anche per gli enti pubblici; a raggiungere e superare gli obiettivi ambientali definiti dal Pacchetto europeo Clima-Energia 2020; a migliorare la sicurezza di approvvigionamento passando da un’ottica di centralizzazione a quella di rete; a favorire la crescita economica sostenibile attraverso lo sviluppo del settore energetico.

Accanto al PER, la Regione Friuli Venezia Giulia ha predisposto un disegno di legge regionale sull’energia per riordinare il settore e dotarlo di uno strumento normativo moderno.