TABLETquotidiano

L'informazione on line

DA DOMANI AL 5/7 “GORIZIA IN FIORE” NEI GIARDINI DI CORSO VERDI

Occasione per vedere anche la magnolia secolare amata da Umberto Saba

Tutto pronto per l’apertura di Gorizia in fiore, che sarà inaugurata domani, venerdì 3 luglio, alle 11.30 nei Giardini pubblici di Corso Verdi. La manifestazione, organizzata da Comune e Assofiori- Flash, in cui saranno esposte piante di ogni genere e per ogni stagione, sarà ospitata in una splendida area verde, i Giardini pubblici appunto, dove sono presenti alberi secolari come la bellissima e originale magnolia di oltre 150 anni, molto amata dallo scrittore Umberto Saba.

Per molti la magnolia ultracentenaria  rappresenta il simbolo dell’italianità goriziana perché si racconta che  racconta che durante i primi moti irredentisti, costituendo un reato far sventolare la bandiera italiana, qualcuno piantò una magnolia nei giardini pubblici come  richiamo simbolico all’unità d’Italia. Con le sue sempreverdi foglie, i suoi fiori bianchi e le sue infruttescenze peduncolate che si caricano di rosso vivo a maturità, questa pianta voleva richiamare i colori della bandiera italiana proprio sotto gli ignari occhi degli assurgici”. Per questo, però, fu anche oggetto di continui atti vandalici, addirittura di sciabolate ma fu anche molto amata, anche dallo scrittore Umberto Saba che, seduto su una panchina, all’ombra delle sue chiome , discuteva di politica con gli amici.

La magnolia ha visto davvero tanti eventi, fino ad arrivare  ai giorni nostri, superando anche un “incendio” che qualche ragazzino, in epoca recente, appiccò fra i suoi rami. Molto originale anche il suo sviluppo, allorché uno dei giardinieri che si occupò della pianta interrò i rami più bassi tutti alla medesima distanza sfruttando la capacità della magnolia di riprodursi per propaggine. Dai rami interrati crebbe un cerchio di dodici nuovi fusti che, progressivamente, arrivarono a “nascondere” il fusto centrale fino a quasi farlo scomparire. L’intenzione di creare nuove piante, però, non si sa per quale motivo, non si concretizzò  e i rami da cui le nuove piante erano nate non vennero recisi e, col passare del tempo, i rami che avevano dato vita ai nuovi fusti  crearono uno straordinario gioco di  ponti sui quali tante generazioni di Goriziani si sono divertiti e ancora oggi visibili.

“I Giardini pubblici rappresentano senz’altro una cornice ideale per tante tipologie di eventi comprese le esposizioni come questa- rimarcano il sindaco, Rodolfo Ziberna e l’assessore alle attività produttive, Roberto Sartori-. E’ un posto bellissimo che miglioreremo ulteriormente con gli interventi di riqualificazione che abbiamo in programma e, peraltro, non serve neppure bloccare il traffico visto che gli ampi viali che costeggiano i Giardini pubblici e gli spazi interni consento già una circolazione pedonale ottimale in occasione di mercati o esposizioni con Gorizia in fiore”.

Sindaco e assessore ritengono che la manifestazione si sposi benissimo con la città.

“Grazie al personale del verde pubblico comunale le nostre fioriere e le aiuole, a partire da quelle che si trovano al centro di incroci, sono molto curate e ricche di colore, con un mix di piante e fiori che, insieme rappresentano un bel colpo d’occhio, soprattutto in un periodo difficile come questo in cui c’è bisogno di uscire dalla negatività di questi mesi. Siamo orgogliosi dell’immagine della nostra città e Gorizia in fiore arriva in un momento in cui c’è tanta voglia di ripartire e di andare avanti con positività”.

Fra l’altro, in questi giorni, insieme ai vertici dell’Ascom si stanno rimodulando le iniziative volte a rendere attrattiva Gorizia durante il periodo estivo.

“Insieme al presidente Madriz stiamo cercando di mirare al meglio gli orari di attivazione delle isole pedonali, privilegiando la parte serale- evidenzia Sartori- e, contestualmente, far coincidere gli eventi con iniziative di carattere commerciale magari creando un appuntamento settimanale fisso. In ogni caso voglio esprimere un plauso per tutte le attività che, pur fra grandissime difficoltà, stanno cogliendo ogni occasione, a partire dalla gratuità della Tosap e dell’allargamento degli spazi per tavolini e sedie per poter ripartire. Continuiamo così”.

Auspica il successo dell’iniziativa anche  il promotore dell’evento, Vincenzo Rovinelli. “Trovo che i Giardini pubblici rappresentino davvero lo scenario ideale per questa manifestazione- ribadisce- e sono certo che i nostri espositori, tutti di grande qualità, sapranno offrire il meglio dei loro prodotti, come sempre. Le iniziative che abbiamo fatto a Gorizia hanno sempre ottenuto ottimi risultati e sicuramente sarà così anche in questo caso”.