TABLETquotidiano

L'informazione on line

CULTURA: GIBELLI, IMPORTANTI PROGETTI REGIONE PER FUTURO AQUILEIA

Realizzazione della variante per trasferire il traffico lungo la SR352 fuori dal centro storico, dotazione dell’infrastruttura di fibra ottica a copertura di tutta la località, realizzazione dell’ufficio unico per la gestione degli appalti, trasferimento del Museo Archeologico dal Mibact alla Fondazione.

Sono i quattro capisaldi della programmazione regionale a favore di Aquileia, riassunti oggi dall’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, intervenuta alla seduta della V Commissione per l’audizione in merito alle dimissioni del presidente della Fondazione Aquileia, Antonio Zanardi Landi.

In merito alla decisione del presidente, Gibelli ha parlato di “fulmine a ciel sereno”.

L’assessore ha rivendicato, in particolare, la scelta della Regione di creare l’Ufficio unico per Aquileia “richiesta che ci è venuta dalla Soprintendenza e che consentirà di dare impulso alle pratiche di appalto per le opere di valorizzazione della città romana e che comunque non sono di competenza della Fondazione. L’Ufficio farà convergere le competenze del personale regionale, dell’Erpac e del Comune e eviterà di perdere i fondi ministeriali destinati agli scavi archeologici”.

Quanto alla variante, Gibelli ha ricordato che la stessa è prevista nel Piano di gestione del sito Unesco, mentre l’investimento sulla fibra è funzionale alla fruizione turistica della città attraverso la realtà aumentata.

“Faccio presente – ha commentato Gibelli – che la Fondazione vive solo di contributi pubblici, il che rende inderogabile l’applicazione del Codice degli appalti pubblici, che purtroppo, come mi capita spesso di evidenziare, ha triplicato i tempi di realizzazione delle opere”.

“L’intento – ha dichiarato Gibelli – non è certamente quello di togliere competenze alla Fondazione, bensì quello di aiutare ed agevolare sia la Soprintendenza che la Fondazione, affinché non vadano perduti i fondi destinati dal ministero.

“La Regione è pienamente consapevole delle potenzialità e dell’importanza di Aquileia per la nostra regione, sia dal punto di vista culturale che turistico e la Fondazione è strategica nello sviluppo che vogliamo dare alla città. Per questo abbiamo messo in campo tutti questi provvedimenti che, auspichiamo, possano portare Aquileia ad essere ancora più attrattiva” ha chiosato Gibelli.