TABLETquotidiano

L'informazione on line

COVID: PIZZIMENTI, FLUSSI E CRITICITA’ TPL COSTANTEMENTE MONITORATI

“I flussi di passeggeri del trasporto pubblico locale, le eventuali criticità o difficoltà rilevate dall’utenza e la verifica sul rispetto delle disposizioni di sicurezza legate all’emergenza sanitaria sono elementi costantemente monitorati dall’Amministrazione regionale. Il controllo avviene attraverso la Cabina di regia istituita a inizio pandemia con le aziende Tpl e le organizzazioni sindacali di categoria, la quale coordina anche il tavolo di lavoro Tpl-scuole, attivato insieme all’assessorato regionale all’Istruzione nel giugno scorso in previsione della ripartenza delle attività didattiche e che coinvolge l’Ufficio scolastico regionale e gli istituti presenti sul territorio”.

Lo ha affermato l’assessore regionale alle Infrastrutture e territorio Graziano Pizzimenti oggi in Consiglio regionale, ricordando “il tempestivo impegno della Regione su un servizio essenziale e strategico per la comunità, quello del trasporto pubblico locale, sul quale intervengono anche le norme nazionali e le indicazioni dettate dai Dpcm, i cui ritardi hanno generato rallentamenti di tipo organizzativo e le cui limitazioni, come a esempio il divieto di utilizzo della porta anteriore dei mezzi, risultano causa di inevitabili ritardi e assembramenti di passeggeri”.

“Il monitoraggio costante effettuato dalle aziende del Tpl anche attraverso strumenti quali il sistema contapasseggeri – ha proseguito Pizzimenti – ha consentito fino a oggi di misurare quotidianamente l’affollamento nei mezzi e di intervenire per risolvere le situazioni di criticità. Con la riapertura delle scuole e il progressivo rientro nei luoghi di lavoro abbiamo richiesto ai gestori, quando necessario, di attivare corse supplementari sfruttando anche, per i collegamenti extraurbani, la disponibilità offerta dalle imprese di noleggio”.

“Cabina di regia e tavolo Tpl-scuole – ha aggiunto l’assessore – sono strumenti che la Regione intende mantenere attivi e operativi non solo per affrontare le eventuali criticità, ma anche per confrontarsi e valutare gli effetti dei futuri provvedimenti governativi di settore”.

Sui rimborsi dei titoli di viaggio e degli abbonamenti legati al mese di marzo e richiesti da quanti non ne avevano potuto usufruire a causa del lockdown, l’assessore ha riferito di aver sollecitato le aziende di Tpl a completare le procedure in corso e accogliere le istanze pervenute, nel pieno rispetto delle norme vigenti.

“Alle aziende – ha concluso Pizzimenti – abbiamo chiesto di procedere al rimborso di qualsiasi abbonamento non limitandosi ai soli pendolari che si spostano quotidianamente per esigenze di studio o di lavoro. Confido che la situazione, bloccata anche per il subentro nel giugno scorso di un nuovo ente gestore dei servizi, si risolva rapidamente”.