TABLETquotidiano

L'informazione on line

CORONAVIRUS: RICCARDI, ACQUISITI OLTRE 34MLN DISPOSITIVI PROTEZIONE

Il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute e alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, in una foto d’archivio
Sono 34.415.206 i dispositivi di protezione e medici che la Regione Friuli Venezia Giulia ha acquisito, da gennaio ad aprile, per il tramite dell’Azienda regionale per il coordinamento della salute (Arcs), la Protezione Civile del Fvg e la Protezione nazionale per far fronte all’emergenza Covid-19. Le forniture sono state distribuite al sistema sanitario, socio-assistenziale, ai Comuni, alle Prefetture, alle Uti, al volontariato, alla Protezione civile regionale, ai servizi essenziali, agli uffici regionali e alla popolazione.

A fornire i dati è stato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, rispondendo, oggi, in Consiglio regionale ad un’interrogazione sui fabbisogni e le disponibilità dei dispositivi di protezione individuale per le strutture sanitarie, le forze dell’ordine, i volontari e i cittadini della regione.

Riccardi ha dato conto nel dettaglio di come i 34.415.206 dispositivi di protezione e medici siano stati acquisiti, da gennaio ad aprile, per l’82% pari a 28.286.314 unità da Arcs (gel disinfettanti, mascherine, camici ecc), per il 5% pari a 1.786.502 articoli dalla Protezione civile regionale nel periodo marzo-aprile e, nello stesso arco temporale, per il 13%, pari 4.342.390 dispositivi, dalla Protezione nazionale.

Il materiale è stato così distribuito: 30.218.439 articoli al settore sanità e socio-assistenziale, 168.016 alle Prefetture, 894.075 ai Comuni, 14.054 alla Protezione Civile del Fvg, 19.021 agli Uffici regionali e alle sedi periferiche, 64.541 al volontariato, 87.604 ai servizi essenziali, 74.346 ai servizi socio assistenziali e 1.810 alle Uti per un totale di 31.541.906 dpi.

A questi si aggiungono 1.859.350 mascherine monouso non medicali e 1.013.950 mascherine pluriuso distribuite alla popolazione. L’esponente della Giunta Fedriga ha informato come nel trimestre febbraio-aprile la Regione sia riuscita ad acquisire quasi totalmente in autonomia, 30.218.439 dispositivi per il settore sanitario, a fronte di un fabbisogno stimato pari a 36.900.000 accorciando le distanze fra le necessità e l’effettiva disponibilità del sistema che ha manifestato, a causa della crescita esponenziale della domanda, un’oggettiva difficoltà nel reperire le forniture di protezione.