TABLETquotidiano

L'informazione on line

CENTIS (CITT): FEDRIGA TROVI SOLUZIONE PER TUTELA SAGRE

Tiziano Centis, capogruppo dei Cittadini in Consiglio regionale

“Si sarebbe dovuta svolgere oggi la riunione con il gruppo di lavoro inerente la situazione economica e le prospettive per il Friuli Venezia Giulia, in conseguenza dell’emergenza Covid-19”.

Lo rende noto il capogruppo dei Cittadini in Consiglio regionale, Tiziano Centis, che in tale sede avrebbe portato “all’attenzione del presidente Fedriga la difficile situazione denunciata dalle Pro Loco regionali circa le modalità di svolgimento delle sagre e feste regionali. La riunione, che avrebbe dovuto svolgersi in videoconferenza, è stata cancellata all’ultimo momento”.

Centis rivolge comunque, con un comunicato, il suo appello al presidente della Regione: “Le misure a cui le Pro Loco dovranno attenersi sembrano trattare le sagre e le feste paesane come se fossero dei semplici ristoranti all’aperto. Non è così, basti pensare che le attività svolte vanno dalla mescita e ristorazione, eventi sportivi, luna park e giochi per bambini, piste da ballo con orchestre, intrattenimento musicale, ma anche mostre e attività culturali”.

“Bisogna regolamentare tutte queste attività – spiega Centis – e trovare un equilibrio, tra la messa in sicurezza dei volontari e delle persone e la possibilità di rendere impraticabile lo svolgimento degli eventi seppellendoli di regole di difficile o impossibile attuazione. Solo per fare un esempio: l’obbligo di rilevamento della temperatura non è fattibile nelle sagre, perché, a differenza dei locali, hanno diversi punti d’accesso, con il conseguente moltiplicarsi di personale e strumentazioni tecniche da dover utilizzare. Così come è difficile pensare che eventi che normalmente portano decine di migliaia di avventori, possano essere sostenibile economicamente riducendo drasticamente gli accessi a poche centinaia di persone per volte”.

“Come ho spesso ricordato, il mancato svolgimento delle sagre e delle feste paesane rischia di costituire un grave danno economico per le associazioni e le Pro Loco che le organizzano e che hanno delle spese a cui far fronte. La Regione – ribadisce l’esponente dei civici – deve andar loro in soccorso con soluzioni praticabili e contributi per far fronte ai danni”. “Mi auguro che le decisioni che la Regione dovrà prendere già lunedì prossimo, primo giugno – conclude Centis – tengano conto di questi aspetti, diversamente porterò la questione in Aula la prossima settimana”.