TABLETquotidiano

L'informazione on line

CALLIGARIS (LEGA), SOLO BANDIERE ISTITUZIONALI NEI COMUNI

“Se un Comune vuole manifestare la propria adesione a un movimento esponendone il vessillo, è libero di farlo, ma certamente non può esporlo a fianco della bandiera nazionale o europea, violando il carattere di neutralità della sede istituzionale che costituisce un sacro principio democratico”.

Lo scrive in una nota il consigliere regionale della Lega Antonio Calligaris, annunciando un’interrogazione alla Giunta Fedriga “per sapere se è venuta a conoscenza che la bandiera arcobaleno simbolo del movimento collettivo delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (Lgbt) è stata issata a fianco di quella italiana e di quella europea sul pennone del Municipio di Staranzano, e se ha facoltà di intervenire affinché i sindaci garantiscano il carattere di neutralità delle sedi istituzionali comunali”.

Calligaris riporta, quindi, la notizia che “alcune settimane fa, il Gruppo comunale Sinistra per Staranzano aveva chiesto al primo cittadino l’adozione di una delibera per impegnare l’amministrazione a esporre la bandiera arcobaleno sul pennone del municipio, ma – fa sapere il consigliere leghista – non si possono esporre sugli edifici pubblici istituzionali bandiere e vessilli non istituzionali”.