TABLETquotidiano

L'informazione on line

BRUXELLES: OPEN DAYS, APERTURA MOSTRA PER 50° CONSIGLIO

Agli Open Days di Bruxelles, Friuli Venezia Giulia protagonista della giornata odierna con l’inaugurazione questo pomeriggio della mostra “La Comunità regionale 1964-1968”, organizzata dal Consiglio regionale per il cinquantesimo della prima seduta dell’Assemblea regionale con la collaborazione del CRAF di Lestans, curatore Walter Liva, e già allestita fino al 30 settembre scorso nella sede di piazza Oberdan a Trieste. Scatti fotografici di cronaca che si fa storia, documentando il contesto in cui si inseriva la nascita della Regione e le prospettive che si aprivano davanti a essa.

Tappa importante per la mostra, questa a Bruxelles, nell’ambito della settimana europea delle Città e delle Regioni, alla presenza – insieme con la delegazione del Consiglio regionale formata dai consiglieri Frattolin, Martines e Violino e guidata dal presidente Franco Iacop – dell’ambasciatore Alfredo Bastianelli e di numerose autorità (fra le quali i parlamentari europei del Friuli Venezia Giulia Isabella de Monte e Marco Zullo, il presidente del Land Carinzia Peter Kaiser, l’ex presidente della Regione Istria Ivan Jakovcic, ora parlamentare europeo, e Domenico Lenarduzzi, presidente del Fogolar Furlan di Bruxelles e alto funzionario della Commissione europea), all’interno di un evento promozionale organizzato da Ersa e Turismo FVG, che porta in scena nella capitale belga anche le eccellenze agroalimentari e vinicole del Friuli Venezia Giulia.

Sul piano degli incontri programmati nella terza giornata di questo forum europeo sulla politica di coesione, anche la prosecuzione – stamani – dei lavori della sessione plenaria del Comitato delle Regioni, a cui ha preso parte anche il presidente del Consiglio Iacop.

All’interno di un dibattito con l’ambasciatore americano presso l’Ue sono stati affrontati i temi del commercio e degli investimenti attraverso l’Atlantico e delle possibili opportunità di partnership. Inoltre, l’attenzione si è incentrata su lavoro, sostegno agli investimenti, welfare e immigrazione, tutti argomenti chiave per il semestre di presidenza italiana. Così pure, tra i pareri espressi dal Comitato delle Regioni, il presidente ha sottolineato quelli relativi al finanziamento a lungo termine dell’economia europea, alla strategia europea per il turismo costiero e marittimo, alle politiche dell’energia e del clima per il periodo 2020-2030.