TABLETquotidiano

L'informazione on line

AUTONOMIE LOCALI: PANONTIN, AL “VIA” IL CONFRONTO SULLA RIFORMA

Prende il “via” a fine mese, con due incontri previsti mercoledì 30 alla Comunità collinare del Friuli e giovedì 31 a Maniago (PN), l’ampio giro di approfondimento e confronto messo a punto dall’assessore regionale Paolo Panontin sulla riforma delle Autonomie locali, oggetto di una comunicazione sullo “stato dell’arte” in Giunta all’inizio di luglio.

“Ho ritenuto opportuno – ha detto l’assessore regionale alle Autonomie locali Panontin – aprire una fase di confronto con gli amministratori e i vari portatori di interesse, un percorso partecipato nel corso del quale ci sarà la possibilità di raccogliere spunti, riflessioni e proposte”.

Intanto lunedì a Udine l’assessore proporrà nel Consiglio delle Autonomie locali (CAL), convocato nella sede della Regione di via Sabbadini alle 14.15, una prima illustrazione dello schema di disegno di legge sulla riforma intitolato “Riordino del sistema Regione-Autonomie locali in Friuli Venezia Giulia”.
Seguiranno tutti i passaggi previsti nell’iter dei disegni di legge (Giunta, commissione CAL e CAL, Giunta, Commissioni consiliari e aula del Consiglio regionale) con una previsione di approvazione definitiva del provvedimento a fine ottobre 2014.

Con la riforma si punta ad arrivare a un sistema istituzionale coeso e nello stesso tempo policentrico, basato su due pilastri: la Regione da un lato, il Comune inserito in una logica di “area vasta” dall’altro. L’obiettivo è arrivare a un’organizzazione dei servizi per i cittadini più efficiente, snella e meno costosa.

Al centro della riforma ci sono gli Ambiti sovracomunali ottimali (ASO), concepiti come strumento adeguato per la promozione e lo sviluppo del territorio, per l’esercizio in forma associata delle funzioni e per la gestione coordinata di servizi. Si prevede inoltre un rafforzamento dei poteri del CAL.