TABLETquotidiano

L'informazione on line

ASSESTAMENTO: ZANNIER, 6MLN A FONDO DI ROTAZIONE E 1,7MLN A MONTAGNA

L’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier, in una foto d’archivio (Foto Regione FVG)

“Con l’assestamento di bilancio la Regione introduce importanti investimenti nel settore agroalimentare e sulla montagna. Nello specifico il Fondo di rotazione per interventi nel comparto agricolo avrà un aumento di 6 milioni di euro, inoltre viene aumentato di un milione di euro lo stanziamento per gli investimenti relativi alla viabilità ed alle infrastrutture dei comuni montani, di modo da consentire lo scorrimento della relativa graduatoria. L’inserimento nella manovra di ulteriori 740mila euro consentirà, poi, di scorrere la graduatoria delle domande di contributo presentate dai Comuni per il recupero dei terreni incolti o abbandonati nelle zone montane”.

Lo ha confermato l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche e alla montagna, Stefano Zannier, a margine del dibattito in Consiglio regionale sul disegno di legge inerente “misure finanziarie intersettoriali, ovvero il secondo assestamento del bilancio della Regione Friuli Venezia Giulia.

L’assessore ha rimarcato che “all’interno del disegno di legge è contenuto un provvedimento che amplia la possibilità di erogare in maniera semplificata e agevolata anticipi degli incentivi, concessi e impegnati nel corso del 2020, per i giovani imprenditori che trasferiscono la residenza in montagna e per i progetti delle filiere lattiero casearie. L’erogazione avverrà quindi anche a favore di coloro che hanno ricevuto o riceveranno la concessione del contributo entro l’anno e presenteranno la domanda entro il 13 marzo 2021”.

Infine, con l’assestamento di bilancio viene previsto, attraverso il Fondo di rotazione e all’interno del regime ‘de minimis’, la possibilità di finanziare i Consorzi di bonifica della Regione che intendono acquistare nuove attrezzature. “In questo momento nel quale le entrate pubbliche, compresi i contributi consortili, possono essere messi a rischio dall’emergenza, vogliamo potenziare la dotazione dei Consorzi sia per lo svolgimento dell’attività istituzionale, sia per la valorizzazione delle produzioni agricole che per la tutela del territorio”.