TABLETquotidiano

L'informazione on line

ASSESTAMENTO: SANTORO, SEGNALI IMPORTANTI PER TPL, CONSUMO SUOLO, CASA

“Sono molto soddisfatta per le priorità individuate nonostante il quadro di risorse a disposizione. Siamo stati in grado di dare segnali importanti”. L’assessore Mariagrazia Santoro commenta positivamente l’esito della votazione sull’assestamento di bilancio che per i settori infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici e università vale 28 milioni di euro, di cui 14 per investimenti da effettuare entro il 2014.

“Trasporto pubblico locale, portualità e logistica, ristrutturazioni e recupero di edifici, interventi a  sostegno della casa sono le priorità a cui abbiamo voluto dare risposta – prosegue Santoro –  individuando in ciò canali importanti per immettere risorse a beneficio diretto dell’economia locale”.

Al Trasporto Pubblico Locale vanno 3 milioni di euro, per il mantenimento dei servizi attualmente erogati sia su gomma che su ferro, necessari a coprire anche parte di corrispettivo non finanziato dalla precedente amministrazione per l’anno 2013. In risposta a specifiche esigenze dei viaggiatori sono stati investiti 300 mila euro sull’adeguamento dell’orario ferroviario estivo.

Alla FUC – Ferrovie Udine Cividale sono stati messi a disposizione un milione di euro per la manutenzione dei mezzi. Alla portualità e logistica vanno 3 milioni di euro di cui 2 milioni a favore dell’Autorità Portuale di Trieste e un milione di euro per il trasporto combinato multimodale. Altri 900 mila euro integrano il budget per operazioni di dragaggio nei porti minori e nelle vie di navigazione interna.

Cospicui gli interventi per il settore casa: 600 mila euro vanno al sostegno alle locazioni, mentre viene garantita, con un finanziamento pluriennale di 2,76 milioni di euro, la possibilità di ottenere il contributo per  i mutui prima casa almeno fino alla primavera 2015, data in cui vi sarà il passaggio a una diversa forma contributiva; è stata a tal fine coperta con uno stanziamento di un milione anche la spesa per l’attività istruttoria effettuata da Mediocredito.

Alla casa vanno anche fondi per scorrere le graduatorie sull’efficientamento energetico delle abitazioni private (un milione) e il contributo per ascensori privati (150 mila euro) e fondi a privati e imprese per il recupero di edifici esistenti (3 milioni) “tutti interventi questi – conferma  Santoro –  che si inseriscono nella finalità politica di consumo zero del territorio”.

“Inoltre – precisa Santoro – sono state poste le basi normative per l’utilizzo del fondo, a suo tempo costituito, ma mai utilizzato, di 8 milioni di euro finalizzati alla realizzazione di interventi di housing sociale”.

Al settore dell’istruzione vanno 3 milioni, di cui 1,5 a sostegno del sistema universitario regionale e altrettanti per interventi di emergenza sugli edifici scolastici connessi a problemi infrastrutturali e di sicurezza.

Altri interventi riguardano le Motorizzazioni Civili (2 milioni), il “via” alla realizzazione della Circonvallazione di San Vito al Tagliamento (un milione), il fondo per gli interventi urgenti di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici di culto (1,3 milioni).