TABLETquotidiano

L'informazione on line

ARPA FVG: MICROPLASTICHE NEL GOLFO DI TS, RISULTATI CAMPIONAMENTI 2015–2017

Sono consultabili i risultati delle analisi sulla presenza di microplastiche in mare che i tecnici di Arpa FVG hanno eseguito nel primo triennio di attività del progetto Marine Strategy.

L’Agenzia è impegnata dall’autunno 2015 nel monitoraggio delle microplastiche nelle acque del Golfo di Trieste, in ottemperanza alla Direttiva Quadro 2008/56/CE “Strategia Marina” (D.lgs 190/2010 e successive integrazioni).

Le microplastiche sono un insieme di particelle solide estremamente piccole che derivano soprattutto dalla disgregazione della plastica. Di dimensioni tra 5 mm e 330 µm questi detriti possono formarsi accidentalmente in seguito al deterioramento di oggetti in materiale plastico di maggiori dimensioni che si trovano in natura, oppure a seguito di una dispersione di micro-particelle plastiche rilasciate nell’ambiente con dimensioni già inferiori a 5 mm, filamenti provenienti da vestiti sintetici ad esempio. Le dimensioni piccolissime di questi frammenti ne favoriscono la dispersione nell’ambiente.

I controlli che l’Agenzia effettua nel Golfo di Trieste prevedono due campionamenti all’anno, in primavera e autunno, lungo due transetti (di 3 stazioni ognuno) uno presso Trieste e uno presso Lignano. Nel primo triennio di lavoro dal 2015 a fine 2017, sono stati effettuati 5 campionamenti e sono state censite un totale di 922 microplastiche nei 6381.83 m³ di acqua marina campionati. Le indagini di laboratorio eseguite allo stereomicroscopio hanno rivelato la presenza di diverse microplastiche nell’acqua. I microframmenti di materiale plastico sono stati identificati e quantificati in ogni campione suddividendoli per forma (sfera, filamento, frammento, foglio) e per colore (bianche, nere, rosse, blu, verdi, trasparenti e altro colore).