TABLETquotidiano

L'informazione on line

AMBIENTE: VITO, UN VIAGGIO LUNGO LA EX CORTINA DI FERRO

Un viaggio alla ricerca delle tracce storiche e naturalistiche lungo la ex Cortina di ferro che ha diviso in due l’Europa e che oggi è diventata un corridoio ecologico, noto come “European Green Belt”, toccando il Friuli Venezia Giulia, la Slovenia e l’Austria.
Parte lunedì da Trieste, per toccare poi fra l’altro la Piazza Transalpina a Gorizia, il Parco delle Prealpi Giulie per concludersi martedì a Villaco, un “Press Tour” al quale partecipa un gruppo di giornalisti e funzionari provenienti da diversi Paesi d’Europa.

L’iniziativa è promossa dal Bund Naturschutz, coordinatore della “Green Belt” per l’area centrale europea, e dal ministro tedesco per l’Ambiente ed è appoggiata, in Friuli Venezia Giulia, dalla Regione e dall’associazione non governativa CETA (Centro di ecologia teorica e applicata).
L'”European Green Belt” ha già raccolto, oltre a quella dell’Italia (dal settembre del 2013), numerose adesioni da parte degli Stati interessati all’ex Cortina di ferro.

La delegazione dei partecipanti, accompagnata dall’assessore regionale all’Ambiente Sara Vito, dopo una visita nell’area del Carso triestino e goriziano, arriverà a Gorizia dove alle 12, nella sede della Fondazione Carigo (via Carducci 2), è prevista una conferenza stampa. Seguirà (14.30) una visita alla Piazza Transalpina, luogo simbolico della memoria delle divisione dell’Europa. Qui gli ospiti saranno accolti fra gli altri dal sindaco di Gorizia Ettore Romoli e dal sindaco di Nova Gorica Matej Arcon.

“Il ‘Press Tour’ – ha detto l’assessore Sara Vito – è un’occasione per far conoscere l’area del Friuli Venezia Giulia che per molti anni ha segnato i confini tra due mondi, ormai superati dalla nuova Europa costruita sui valori della pace e dello sviluppo sostenibile, in occasione dei 25 anni dalla caduta della Cortina di Ferro. Ma è anche un’occasione per far conoscere la nostra cultura e il nostro patrimonio ambientale”.

Per l’organizzazione dell’iniziativa è nato un gruppo di lavoro tra la direzione Ambiente e la direzione Attività produttive della Regione, il CETA, Turismo FVG e il Parco delle Prealpi Giulie. “Questo dimostra – ha osservato l’assessore Vito – che per valorizzare e promuovere il nostro territorio è necessario fare sinergia”.