TABLETquotidiano

L'informazione on line

AMBIENTE: PRESENTATO A CORDENONS IL DOCUMENTARIO SUI MAGREDI

I magredi – magredis in lingua friulana – prati magri, antico e singolare ambiente naturale, tra Tagliamento e Livenza, come soggetto di un nuovo documentario realizzato dalle Produzioni televisive dell’Ufficio Stampa e Comunicazione della Regione e presentato all’Auditorium di Cordenons.

Considerati a lungo solo come aride distese sassose, spazi vuoti e privi di valore, inseriti, oggi, nella rete di protezione europea Natura 2000, i magredi sono stati al centro di un progetto che ha coinvolto le scuole di Cavasso Nuovo e il servizio di Pianificazione territoriale della Regione per lavorare su conservazione e futuro, riallacciando antichi legami con la natura e con la cultura della terra.

Una pubblicazione prima ed un filmato poi, hanno raccolto la storia, le testimonianze e le esperienze di chi ha vissuto profondamente il legame con una natura ed un ambiente difficile. Il “c’era una volta” che i nonni hanno raccontano ai bimbi delle scuole, è diventato immagine, scandito dal ciclo delle stagioni. Un percorso importante, sottolineato dal sindaco di Cordenons Mario Ongaro e dall’assessore regionale alla Pianificazione territoriale Mariagrazia Santoro, per un recupero dei valori legati alla terra e alla centralità dell’azione svolta, nel tempo, dall’uomo che ha saputo conservare quella che – oggi – gli esperti chiamano biodiversità. Elementi, questi, al centro anche del nuovo Piano paesaggistico che il Friuli Venezia Giulia sta elaborando in una sinergia costante con il territorio.