TABLETquotidiano

L'informazione on line

AL VIA “HACKATHON”, LA PRIMA MARATONA DIGITALE A TRIESTE

Una ‘due giorni’ di lavoro co-creativo per 27 ore ininterrotte, che ha preso il via questa mattina alle 9.00, negli spazi del Magazzino 26, in Porto Vecchio a Trieste

Il progetto Hackaton arriva a Trieste e mette in campo la ‘prima maratona digitale’ realizzata in città dal Comune assieme a ISIA Firenze (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche), all’Autorità Portuale e con la partecipazione di Eurotech Spa, nella veste di partner tecnologico.

Una ‘due giorni’ di lavoro co-creativo per 27 ore ininterrotte, che ha preso il via questa mattina, sabato 19 marzo, alle 9.00, negli spazi del Magazzino 26, in Porto Vecchio e che terminerà alle ore 19.00 di domani, domenica 20 marzo.

L’evento – che si svilupperà con la collaborazione dell’Area Science Park, Università di Trieste, Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam (ICTP) e Impact HUB Trieste – ha l’obiettivo di creare strumenti digitali (web o app) per migliorare la qualità della vita, della gestione dei servizi, generando una nuova economia. E sarà un momento dinamico di partecipazione che coinvolgerà “100 coraggiosi” tra creativi, programmatori, designer che si sfideranno a squadre per creare impulsi innovativi nel tessuto cittadino.

La consegna del mock-up/prototipo dovrà avvenire entro le ore 12.00 di domani. Allo scadere delle 27 ore di durata del contest ogni team interromperà l’attività di sviluppo e consegnerà gli elaborati che saranno valutati da due giurie.

Maratona digitale (Tq)

Il Comune di Trieste e ISIA Firenze hanno già collaborato in precedenza ad altre due iniziative: “Insegna Trieste”(2012) e “Metatrieste” (2013). I risultati di queste esperienze sono stati utili per sviluppare il progetto Hackathon Trieste Ep.0.

Con questa prima maratona digitale il Comune di Trieste vuole porre l’accento su due temi in particolare: mobilità urbana e ambiente. L’obiettivo è portare all’attenzione dei cittadini l’importanza di interpretare i dati come ‘semilavorato’ messo a disposizione dalla città alla città. Tutti gli spostamenti di migliaia di persone e le singole azioni diventano un impulso, un dato vitale per la città, che può essere reimmesso nel sistema per migliorarlo. La somma e l’incrocio dei dati digitali si moltiplicheranno generando in tal modo nuovi servizi. Saranno quindi raccolti e risdistribuiti da Everyware Cloud, la piattaforma di integrazione Internet of Things e machine-to-machine sviluppata da Eurotech Spa e messa a disposizione dei partecipanti all’Hackathon.

Ad Hackaton si sono iscritte circa 100 persone, dai 18 anni in su, interessate alla tecnologia, all’innovazione, e al miglioramento della qualità della vita e dei servizi offerti in città. Diverse le competenze richieste: Business – Creative – Developer.

Oltre agli iscritti, alla ‘due giorni’ di maratona digitale partecipano specialisti, tecnici nazionali e internazionali, che a diverso titolo porteranno il loro contributo stimolando gli iscritti.

I vari Team, allo scadere delle 27 ore, dovranno consegnare un modello funzionante e un’idea di Business. Le proposte rimarranno di proprietà dei Team che potranno raccontare la loro idea a potenziali investitori come ‘Business Angel’, imprenditori e rappresentanti di istituzioni.

Nel pomeriggio di domani, domenica 20 marzo, le due giurie valuteranno le proposte e alle 18.00 saranno comunicati i nomi dei tre migliori progetti.
I migliori tre Team selezionati dalle giurie si aggiudicheranno i seguenti premi:

1° premio – 6 mesi di disponibilità dello spazio di coworking e mentoring all’interno dell’incubatore certificato Innovation Factory di Area Science Park – spazio espositivo e presentazione del progetto sul palco della Mini Maker Faire di Trieste;

2° premio: – Membership “HUBConnect” 6 mesi presso Impact HUB Trieste – spazio espositivo e presentazione del progetto sul palco della Mini Maker Faire di Trieste;

3° premio: – Membership “HUBConnect” 6 mesi presso Impact HUB Trieste – spazio espositivo e presentazione del progetto sul palco della Mini Maker Faire di Trieste.

In definitiva, si tratta di una sfida ambiziosa che vuole promuovere nuove opportunità e servizi per una città sempre più ‘smart’ attraverso l’utilizzo dei dati, dei progetti d’impresa. Strumenti innovativi messi a disposizione dei cittadini con l’intenzione, per nulla scontata, da parte dell’Amministrazione comunale, di far capire che la tecnologia serve per migliorare la qualità della vita di tutti.