TABLETquotidiano

L'informazione on line

6 MAGGIO 1976: TERREMOTO FRIULI, SEMPRE ATTUALI I VALORI DELLA RICOSTRUZIONE

terremoto_friuli_1976Slancio, orgoglio, caparbietà, determinazione, voglia di rimettersi in piedi, di rimboccarsi le maniche e ricostruire un futuro per la propria terra, per i propri figli. Sono questi, secondo la presidente della Regione Debora Serracchiani, i valori che hanno permesso al Friuli di rinascere dalle macerie del tragico terremoto del 6 maggio del 1976, di cui oggi ricorre il 38° anniversario. Sono valori, ha rilevato la presidente, sempre attuali e che devono essere ritrovati a maggior ragione oggi per superare la crisi, per rinascere più forti di prima.

Secondo la presidente, l’opera di ricostruzione ha rappresentato un caso esemplare di federalismo solidale, un esempio virtuoso di collaborazione fra lo Stato e la Regione, a cui sono stati delegati compiti essenziali di coordinamento di programmazione degli interventi, assegnando ai sindaci dei Comuni colpiti la responsabilità e il ruolo di “funzionari delegati”. Il successo della ricostruzione esprime il valore e l’attualità dell’Autonomia e della Specialità del Friuli Venezia Giulia, e convince ulteriormente della necessità di lavorare per conservarla viva e operante al servizio dei cittadini e come valore aggiunto per tutto il Paese.