TABLETquotidiano

L'informazione on line

40° TERREMOTO: OGS INAUGURA A UDINE LA NUOVA SEDE DEL CENTRO RICERCHE SISMOLOGICHE

Per l’occasione un simposio sullo stato dell’arte in tema di terremoti con esperti da tutta Italia

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS) inaugurerà, martedì 19 aprile a Udine (in Via Treviso 55), alle !5.00, la nuova sede del Centro Ricerche Sismologiche, cuore operativo della rete di monitoraggio sismico del Friuli Venezia Giulia.

In occasione della cerimonia, a cui parteciperà la presidente della Regione Debora Serracchiani, l’OGS ha organizzato un simposio, con esperti da tutta Italia, per fare il punto su cosa sappiamo oggi dei terremoti, a 40 anni dal sisma che ha colpito il Friuli, dal titolo Monitoraggio sismico e accelerometrico per la Protezione Civile: stato dell’arte e nuove strategie a 40 anni dal terremoto del Friuli.

Di seguito il programma della giornata del 19 aprile che si terrà in Via Treviso 55 a Udine:

Ore 9:15

Maria Cristina Pedicchio (Presidente OGS)
Guglielmo Galasso (vice direttore Protezione Civile della Regione FVG)
Gianni Bressan (ex Direttore di OGS-CRS)

Mauro Dolce (Dipartimento Protezione Civile)
Il monitoraggio sismico per la protezione civile
Lucia Margheriti (INGV-Centro Nazionale Terremoti)
La Rete Sismica Nazionale
Simone Barani, Daniele Spallarossa (Università degli Studi di Genova)
La Rete Sismica dell’Italia Nord Occidentale: monitoraggio a scala regionale e locale
Matteo Picozzi (Università degli Studi di Napoli)
La Rete Sismica dell’Irpinia, un osservatorio near-fault e un centro per l’Early Warning
Marco Mucciarelli (OGS-CRS)
Le nuove strategie di monitoraggio nell’Italia Nord-Orientale
Stefano Grimaz (Università degli Studi di Udine)
Rete di feedback locali per il riscontro rapido dell’impatto sismico sul territorio

Ore 15:00

Inaugurazione ufficiale della nuova sede con la partecipazione della Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani

Ore 16:00

Giovanni Costa (Università degli Studi di Trieste)
La rete accelerometrica RAF e sua integrazione nella RAN: informazioni in tempo quasi reale a supporto dei processi decisionali
Daniele Spina (Dipartimento Protezione Civile)
L’Osservatorio Sismico delle Strutture del DPC e la sua realizzazione in Friuli Venezia
Simone Marzorati, Giancarlo Monachesi (INGV- Sede di Ancona)
Il monitoraggio sismico ed accelerometrico orientato alle richieste della PC della Il monitoraggio sismico ed accelerometrico orientato alle richieste della PC della Regione Marche

Ore 17:00 Chiusura Lavori

Qui il programma della giornata in formato pdf