VITICOLTURA: VINI DEL FVG AL PROWEIN DI DÜSSELDORF

Prowein Dusseldorf
Share

Lo spazio riservato al FVG si presenta articolato in 62 postazioni dove è possibile degustare i vini di 57 aziende rappresentative di tutto il territorio regionale

I vini del Friuli Venezia Giulia sono presenti da oggi, domenica 13, al 15 marzo alla Fiera leader dell’industria internazionale del vino e degli alcolici, la ProWein di Düsseldorf, in Germania, giunta quest’anno alla 22.a edizione.

Nel 1994 la rassegna, allora chiamata PRO VINS, aveva avuto 321 espositori, in rappresentanza di 9 Paesi, e 1.517 visitatori specializzati, provenienti principalmente dalla Germania e dalla Francia.

Attualmente a Düsseldorf arrivano più di 6.000 espositori provenienti da 55 paesi di Europa, America, Africa, Asia ed Oceania per un’affluenza di pubblico che sfiora i 50.000 visitatori internazionali, un target composto soprattutto da figure professionali fortemente specializzate nel settore enologico (importatori, rappresentanti di GDO e di prestigiose enoteche).

I vini friulani occupano un’area di 338 mq nel padiglione 15 della Fiera tedesca. Una partecipazione organizzata da ERSA con la stessa formula espositiva del Vinitaly, raggiungendo in questo sesto anno di presenza un nuovo record assoluto nel numero di aziende vitivinicole regionali presenti alla collettiva.

Lo spazio riservato al Friuli Venezia Giulia si presenta articolato in 62 postazioni dove è possibile degustare i vini di 57 aziende rappresentative di tutto il territorio regionale, che vanta ben dieci zone DOC (di cui due interregionali) e tre DOCG.

“A Düsseldorf – sottolinea l’assessore alle risorse agricole Cristiano Shaurli – segno distintivo sono il gusto e la filosofia con cui si producono i vini ‘made in FVG’, correlati al territorio ricco di bellezze artistiche e naturalistiche in cui si ottengono”.

Il Friuli Venezia Giulia vuol dunque far conoscere la sua naturale vocazione alla viticoltura e alla produzione di vini di eccellenza, abbinata a terreni molto diversi tra loro. Un viaggio nel buon bere e nelle bellezze del territorio cui si unisce la convinzione che sempre più le nostre eccellenze vanno proposte in maniera unitaria e soprattutto su mercati esteri che apprezzano la nostra regione e la sua fama di qualità.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress