TRIESTE: LA MORTE DI MONSIGNOR ROCCO, E’ OMICIDIO

Monsignor Rocco
Share

Dopo quasi 4 mesi dal decesso: è stato strangolato

Clamorosa svolta a Trieste sulla morte di Monsignor Giuseppe Rocco di 92 anni che per oltre 40 anni è stato parroco nella chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù, in via Manzoni. Il corpo del sacerdote era stato trovato senza vita nella sua stanza nella Casa del Clero il 25 aprile scorso.

Se in un primo momento il decesso è stato creduto per morte naturale, la certezza che si sia invece trattato di omicidio è giunta solo qualche giorno fa. Le analisi delle radiografie alla laringe di Monsignor Giuseppe Rocco, hanno chiarito definitivamente che i segni sul collo del sacerdote non erano dovuti alla traslazione del corpo ma erano contestuali alla morte. L’autopsia e le analisi rivelerebbe un meccanismo combinato, contemporaneo o in sequenza immediata, di strangolamento e soffocamento. Chi ha agito voleva essere sicuro di lasciare senza vita l’anziano Monsignore.

La morte è avvenuta intorno alle 5.30 del mattino dello scorso 25 aprile l’ora in cui don Giuseppe Rocco aveva l’abitudine di svegliarsi. Alle 7.30 una volontaria, che lo accompagnava ogni giorno a celebrare la messa delle 8 nella sua vecchia parrocchia, ha scoperto il corpo nella sua stanza all’interno dell’edificio Casa del Clero, sito nel comprensorio del Seminario Vescovile, un residence con ospiti fissi, oltre alla vittima altri preti anziani, e una dozzina di mini appartamenti con ospiti a rotazione.

L’appartamento del prelato, grazie anche ad una pratica ecclesiastica che prevede la chiusura delle stanze di un sacerdote dopo la sua morte, in attesa dell’apertura del testamento e della consegna dei beni agli eredi, ha fatto sì che la scena fosse incontaminata.

Mentre i Carabinieri, da quanto si è appreso, stanno concentrando le indagini nella cerchia dei conoscenti di Monsignor Rocco, la svolta si prevede dalle analisi dei Ris di Parma attese fa domani e martedì.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress