TPL: FIRMATO PROTOCOLLO REGIONE-SINDACATI SU LIVELLI OCCUPAZIONALI

autobus
Share

È stato sottoscritto a Udine il protocollo d’intesa tra la Regione, con l’assessore alla Mobilità Mariagrazia Santoro, e le organizzazioni sindacali di categoria Filt Cgil, Fit Cisl FVG, Uil Trasporti, Faisa Cisal, Fast Confsal e Cat FVG riguardante il bando per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale/Tpl automobilistico, tranviario e marittimo che sarà pubblicato a breve.

“Tale protocollo segue diversi incontri che la Regione ha tenuto con le organizzazioni sindacali – ha ricordato Santoro – e serve a fornire ogni rassicurazione possibile circa la stabilità e continuità degli attuali livelli occupazionali nel settore del Trasporto pubblico locale”.

La Giunta regionale ha individuato ad inizio anno, come ambito territoriale ottimale per la gara dei servizi automobilistico-marittimi il bacino unico a livello regionale, la durata del contratto in 10 anni e come criteri per l’offerta quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa con criteri di valutazione per il 25 per cento economici e per il 75 per cento tecnici relativi al servizio offerto. Sono state, inoltre, prenotate nel bilancio regionale risorse pari a 1.300.000.000 euro nei 10 anni del contratto messo a gara, con ciò assicurando il mantenimento degli alti livelli qualitativi e quantitativi dei servizi, fissando anche le condizioni per un mantenimento dei livelli occupazionali.

Santoro ricorda “che la Regione, pur in una situazione di incertezza e contrazione delle risorse, ha comunque garantito sia per l’anno in corso che per il futuro le stesse poste per il Trasporto pubblico locale su gomma tranviario e marittimo, atto che consentirà il totale mantenimento dei servizi”. Le parti, concordando sulle finalità del bando che ha, quale obiettivo qualificante, l’incremento dell’attrattività del trasporto pubblico locale hanno convenuto che l’affidatario è tenuto all’applicazione, per tutto il personale assunto, del Contratto collettivo nazionale di lavoro della categoria “autofiloferrotranvieri e internavigatori”.

Il protocollo prevede che il personale addetto al servizio oggetto dell’affidamento in forza agli attuali gestori, ad eccezione di quello che gli stessi intendono conservare alle proprie dipendenze, venga trasferito con continuità di rapporto di lavoro, mantenendo nel tempo i diritti acquisiti tramite contrattazione nazionale collettiva di lavoro, contrattazione integrativa e per ciò che attiene la retribuzione, anzianità e profili professionali. L’affidatario sarà obbligato a riconoscere al personale trasferito, in forza agli attuali gestori, le risorse relative al fondo di trattamento di fine rapporto (tfr) e, oltre alle risorse che deriveranno dai rinnovi contrattuali per i periodi successivi dall’avvio del nuovo affidamento, e a quelle inerenti ai Ccnl già applicati, anche gli importi relativi ai rinnovi del Contratto collettivo nazionale di lavoro a partire dal 2012 fino al subentro agli attuali gestori nonché quelli a copertura degli eventuali conguagli all’importo una tantum già erogato ai lavoratori per il triennio 2009-2011, riguardando contrattazioni non ancora concluse e che pertanto non hanno riflesso nelle attuali retribuzioni.

Sarà previsto un impegno di confronto per l’affidatario del servizio con le organizzazioni sindacali relativamente all’organizzazione dei posti di lavoro conseguente all’accorpamento dei 4 attuali bacini, favorendo il più possibile una coerenza tra gli attuali luoghi di impiego o residenza dei lavoratori con quelli futuri. Infine, l’affidatario potrà subaffidare ad altra impresa i servizi di trasporto pubblico e le attività correlate, previa autorizzazione regionale, per una quota non superiore al 20 per cento.

“Sono soddisfatta della sottoscrizione di questo documento che rappresenta un significativo momento di confronto e condivisione all’interno del percorso che ci sta portando alla pubblicazione del bando Tpl gomma poiché siamo riusciti a garantire un’ulteriore rassicurazione a coloro che, quotidianamente, operano per rendere più efficace ed efficiente il nostro sistema di trasporto regionale”, ha concluso Santoro.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress