TASI: CIRIANI (FdI/AN), LA REGIONE COMUNICHI ALIQUOTE DEI COMUNI

tasi
Share

“Scade oggi l’obbligo, da parte dei Comuni, di rendere nota l’aliquota che verrà applicata per la Tasi. La preoccupazione, purtroppo, è che sia in arrivo una nuova stangata per le famiglie del Friuli Venezia Giulia. Secondo i dati, per sette famiglie su dieci la Tasi sarà più alta dell’Imu. È opportuno che la Giunta regionale comunichi immediatamente l’lenco dettagliato delle aliquote applicate nei nostri Comuni”. A chiederlo alla Giunta, con una interrogazione, è il consigliere regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Luca Ciriani.

La legge regionale 15 del 2014 di assestamento di bilancio – ricorda l’esponente di opposizione – precisa che “aliquote o tariffe da parte degli Enti locali non possono essere motivati dalla riduzione dei trasferimenti connessa all’obbligo di conseguimento dei risparmi determinati dalla spending review e dal patto di stabilità”. A oggi non si conoscono ancora le decisioni delle Amministrazioni locali. La Giunta, inoltre, ci dica anche a quanto ammonta il gettito globale previsto da questa tassa. Secondo quanto rilevano i sindacati – continua Ciriani – per una famiglia su due la Tasi sarà più cara dell’Imu, di certo più esosa per sette famiglie su dieci se vivono in case modeste e hanno figli. Ora è ancora più evidente che gli 80 euro del Governo sono una partita di giro per le famiglie di regioni virtuose come la nostra, che con la Tasi e le tasse comunali dovranno immediatamente restituire con gli interessi. La presidente Serracchiani avrebbe dovuto seguire le orme del collega Zaia che ha impugnato la norma alla Consulta. In nome di quella trasparenza di cui la Giunta, al momento a parole, si fa paladina – conclude il consigliere di centrodestra – è opportuno che siano presentate nel dettaglio le aliquote che verranno adottate dai Comuni del Friuli Venezia Giulia.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress