REGIONE: ROTELLI (PD), PER SOSTEGNO A REDDITO PUNTIAMO ALLA LEGGE ENTRO GIUGNO

Franco Rotelli
Share

Prosegue il lavoro per la definizione del sostegno al reddito che la maggioranza auspica arrivi in Aula entro fine giugno. Nel corso dell’incontro che si è tenuto questo pomeriggio a Udine tra i consiglieri di maggioranza e l’assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca, è stata condivisa una misura unica che comprenda le diverse forme di sostegno, attraverso un percorso graduale che prevede un fondo di 10 milioni di euro per il 2015 e che si auspica vengano implementati facendo confluire anche le risorse già attualmente stanziate, ma in maniera frammentata, su altri strumenti di aiuto volti al sostegno di famiglie in difficoltà e fasce deboli.

Nel corso dell’incontro, l’assessore Telesca ha spiegato che “questa misura potrebbe anticipare quella nazionale, ossia il sistema di inclusione attiva, ricalcando le caratteristiche di universalità e temporaneità del sostegno. La soglia Isee prevista a livello statale per accedere al sostegno – ha spiegato l’assessore – si attesta a circa 3mila euro. Stiamo ragionando sulla possibilità di alzarla in Regione, fino a circa 6mila per nucleo famigliare. Inoltre, nella misura nazionale l’Inps è l’ente erogatore e questo ha il vantaggio di alleggerire il carico di lavoro sulle procedure amministrative”.

La misura, ha aggiunto il presidente della III Commissione, Sanità, Franco Rotelli (Pd), “prevede necessariamente un patto con il cittadino che ne fruirà, che sarà collegato o a un’offerta non rinunciabile di lavoro o a inserimenti in attività, valutate caso per caso come utili a rendere protagoniste le persone”. Inoltre, ha sottolineato, “è importante chiarire che non si tratta di una misura assistenzialistica, ma di un sostegno alla vita attiva di persone che ne possono essere, per vari motivi, escluse. Sarebbe fondamentale quindi che ci fosse anche una larga convergenza politica, che credo ci sarà, perché tutti si rendono conto degli effetti devastanti che la povertà assoluta sta determinando in questa regione”.

La III commissione sarà investita da questo tema, già dal mese di maggio, anche tenendo conto di proposte di legge già presentate da diverse forze politiche e, conclude Rotelli, “sviluppando un dibattito intenso che si auspica porti già a fine giugno alla discussione in Aula, prevedendo che anche la Giunta, nel frattempo presenti indicazioni, una proposta di massima aperta al contributo di tutti”.

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress