REGIONE: PICCIN (GM), SU POZZI ARTESIANI CITTADINI BEFFATI DA SCONTRO POLITICO

Mara Piccin
Share

“L’auspicio era che il Consiglio impegnasse la Giunta ad apportare le modifiche al Piano regionale di Tutela delle acque”

“Non mi meraviglia affatto l’atteggiamento della Giunta regionale rispetto al tema dei pozzi artesiani. Non si vogliono ascoltare i cittadini e questo è emerso non solo oggi in Aula, ma anche dalla risposta a una interrogazione a risposta scritta che l’assessore Sara Vito mi ha fornito qualche tempo fa.”

Così Mara Piccin, consigliera regionale del Gruppo Misto, commenta il nulla di fatto, in Consiglio regionale, in tema di pozzi artesiani.

“Nell’interrogazione – spiega la consigliera – si chiedeva se le istanze dei cittadini potevano essere recepite in sede di Tavolo tecnico, dominus per la disciplina degli utilizzi domestici, ma il no della Giunta è stato lapidario: “La direttiva giuntale 2642/2014 non ha previsto il coinvolgimento di rappresentanti di cittadini”.

Per la consigliera pordenonese il fatto ha una “rilevanza gravissima in un tema che incide profondamente sulla vita dei cittadini. Ho infatti sottoscritto la mozione odierna in tema di tutela dei pozzi che riportava alcune delle richieste della popolazione, e l’auspicio era che il Consiglio impegnasse la Giunta ad apportare le modifiche al Piano regionale di Tutela delle acque. Gli scontri di natura puramente politica tra il Pd e il Movimento 5 Stelle hanno fatto naufragare qualsiasi azione concreta per i cittadini.”

Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.

Powered by WordPress